• Redazione

    Ecco il tetto eco-compatibile che riduce consumi e energetici e costi

    Lo produce FasTecs, startup creata da due giovani ingegneri del PoliMi

    di redazione open innovation | 04 gen 2019

Un tetto ecosostenibile e facilmente assemblabile in ottica di riqualificazione energetica. La startup che lo produce - FasTecs -  si occupa di ricerca, sviluppo, progettazione e commercializzazione di sistemi e prodotti innovativi per il mondo dell’edilizia sostenibile e dell’efficienza energetica degli edifici. L’azienda nasce dalla collaborazione tra due giovani ingegneri che si sono conosciuti durante gli studi al Politecnico di Milano, Ettore Amatista e Francesco Pittau, e dalla loro condivisione della passione per la progettazione e la sostenibilità ambientale.

Nel 2015 l’azienda è stata tra i vincitori del Bando “Dall’idea all’impresa” promosso dalla Camera di Commercio di Como; l’azienda ha poi completato il percorso di incubazione nel febbraio 2017 presso l’Innovation Hub di Lomazzo, ovvero ComoNExT.

Quello di FasTecs è un brevetto innovativo non tanto nel materiale utilizzato ma per il sistema di produzione modulare, che permette un veloce e preciso assemblaggio sul posto, con una conseguente riduzione dei costi. Una vera storia di innovazione, che vede tra l’altro la collaborazione dei laboratori di ricerca del Politecnico di Milano e di un’affermata azienda valtellinese, Rainoldi Legnami, con anni di esperienza nella realizzazione di coperture in legno.

Quanto alle sue caratteristiche, i materiali di cui è composto sono in parte eco-compatibili e in buona parte provenienti dal riciclo; le prestazioni termiche sono del 40% migliori rispetto ai limiti di legge; infine, la leggerezza dei moduli permette una riduzione sui costi di trasporto e montaggio, la personalizzazione delle dimensioni e delle finiture, l’integrabilità degli impianti.

I nostri canali social
go to top