Un bando per l’area ex Expo. Sala, vicepresidente Regione: strumento significativo per lo sviluppo

Le idee delle giovani start up? Le tecnologie più innovative non ancora testate? I progetti pilota di grandi imprese? Possono atterrare a MIND. Il Milano INnovation District (così è stata ribattezzata l’area dell’Expo 2015) si apre alla sperimentazione con MINDlab, la call lanciata da Arexpo per manifestazioni di interesse non vincolanti di tutti quei soggetti che vogliano testare sul campo innovazioni tecnologiche su larga scala. Un’occasione unica per metterle alla prova negli spazi attrezzati e nel contesto stimolante dell’area MIND.


“Abbiamo assistito a un Expo strepitoso e assisteremo a un post Expo ancora meglio - sottolinea il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione Fabrizio Sala -. Stiamo lavorando affinché la Lombardia sia sempre più un Hub internazionale dell’Innovazione e della Ricerca, una terra delle opportunità per capitalizzare le idee e i progetti delle nostre imprese. In questa direzione la sperimentazione MINDLab rappresenta uno strumento significativo per promuovere l’attrattività e lo sviluppo del sistema economico del territorio”.


DALLA START UP AGLI INVESTITORI: A CHI SI RIVOLGE


Così l’area MIND si candida a diventare un vero e proprio living lab, in cui sperimentare le tecnologie per le città intelligenti del futuro. Numerosi gli ambiti interessati e gli esempi applicativi: dal digital, con la sperimentazione di reti tecnologiche evolute come il 5G, al manufacturing, con la stampa 3D degli edifici dell’area; dai sistemi di mobilità per le smart cities allo sviluppo di soluzioni innovative per le life sciences e l’agrifood, senza dimenticare le nuove tecnologie per l’entertainment, lo sport e la cultura.


Il bando considera l’economia circolare, la resilienza e l’innovazione sociale come caratteristiche di particolare valore, a cui guardare con favore nei progetti che verranno presentati. Il filo conduttore della call, aperta fino al 31 dicembre 2018, è infatti l’innovazione e la sua capacità di migliorare la qualità della vita dei cittadini: Impact Innovation for better urban life. Per questo, MINDlab è stata presentata agli Stati Generali della ricerca e dell’Innovazione, promossi da Regione Lombardia il 26 giugno 2018.


La call si rivolge a start up, ma anche ad aziende nazionali e multinazionali in cerca di uno spazio fisico in cui testare prodotti o soluzioni su scala urbana. E poi a investitori, utilizzatori di tecnologie, soggetti interessati ad aprire hub, incubatori o acceleratori di impresa. Per fare un esempio, con MINDlab potrebbero trovare casa i drive test dei veicoli a guida autonoma, o la sperimentazione di droni del food delivery automatizzato.


IL PRIMO PASSO VERSO IL PARCO DEL SAPERE


Con questa call Arexpo la società incaricata di valorizzare i terreni del post Expo, partecipata anche da Regione– rende operativa e disponibile fin dall’autunno 2018 un’ampia parte dell’area da un milione di metri quadri alle porte di Milano. Ovvero spazi, sia fisici sia digitali, che possano favorire l’interazione e la contaminazione tra discipline diverse, per offrire un ambiente il più possibile stimolante per l’innovazione.


Arexpo accoglierà anche le richieste di soggetti interessati a prendere parte alla fase di insediamento/trasformazione definitiva (2020/2025) del sito MIND - ad esempio per l’avvio di partnership con i centri di ricerca scientifici una volta trasferiti nell’area.


Arexpo ha individuato, quale vocazione dell’area, un Parco scientifico e tecnologico fondato sull’insediamento di tre importanti strutture pubbliche: il nuovo polo ospedaliero IRCCS Galeazzi, l’infrastruttura di ricerca multidisciplinare focalizzata sulle scienze della vita Human Technopole e “Science for Citizen”, il Campus scientifico dell’Università Statale di Milano.


Arexpo e il suo partner, la multinazionale leader nel settore del Real Estate e delle infrastrutture Lendlease, stanno creando un hub dell’innovazione che include uffici, coworking, centri di ricerca, ma anche spazi culturali e di intrattenimento. Un quartiere verde, con aree pubbliche piene di vita, nel quale l’innovazione si realizza secondo un approccio open source - aperto e inclusivo.


Tutte le informazioni sulla partecipazione alla call sono disponibili sul portale www.mindmilano.it


Vuoi vedere altre news?

Per partecipare attivamente è necessario farsi riconoscere, accedi o registrati anche con i tuoi account social.