• Premio Lombardia è Ricerca

    Supuran: “Da un enzima meno CO2, nuovi farmaci antitumorali e antibiotici”

    Video intervista al chimico docente all’ateneo di Firenze e giurato del “Premio Lombardia è Ricerca”

    di redazione open innovation | 16/07/2021

Ha dedicato trent’anni di studi a scoprire i ‘segreti’ dell’anidrasi carbonica, enzima che si trova in tutti i tessuti dei mammiferi, ma anche in piante, alghe e batteri e che nell’uomo trasforma la CO2 gassosa in bicarbonato solubile nel sangue, così come regola il pH e l’equilibrio dei fluidi in diverse parti del nostro corpo.

Su questo dunque il chimico Claudiu Supuran è un nome di riferimento a livello internazionale. Docente di Scienze Farmaceutiche all’Università degli Studi di Firenze, autore di più di 1500 lavori e di cinque monografie sugli inibitori enzimatici, in particolare sulle molecole in grado di depotenziare gli enzimi che regolano le cellule tumorali, Supuran è anche uno dei 15 top scientists della Giuria del “Premio internazionale Lombardia è Ricerca” di Regione Lombardia.

Il Premio da 1 milione di euro verrà consegnato l’8 novembre al Teatro alla Scala di Milano, nel corso della Giornata della Ricerca promossa da Regione Lombardia.

In questa video intervista il professor Supuran ci parla anzitutto della scelta della sostenibilità come tema di questa edizione del Premio e del suo peso nell’ambito delle sue ricerche.

Quindi ci racconta di come l’anidrasi carbonica possa contribuire alla cattura della C02 in atmosfera, e allo stesso tempo aiutarci a realizzare due diverse tipologie di farmaci innovativi.

Il team guidato dal professor Supuran ha infatti condotto uno studio, ora in fase 2, per l’impiego di inibitori enzimatici in molecole capaci di bloccare le metastasi di diversi tumori a oggi non trattabili. E ha messo a punto un metodo per rendere efficaci farmaci già esistenti nei confronti di batteri che avevano sviluppato una resistenza agli antibiotici, trovando dunque una possibile soluzione a uno dei problemi più rilevanti e impattanti per la medicina dei nostri giorni e soprattutto per il futuro.

Infine, il professor Supuran fa alcune considerazioni su finanziamento alla ricerca scientifica e PNRR.

Scopri di più, guarda la video intervista:

 

I nostri canali social
go to top