• Piattaforma

    A Milano nasce I-RIM, primo centro di Robotica per l’interazione con l’uomo

    Sarà riferimento nazionale nello sviluppo sociale dell’Intelligenza Artificiale

    di redazione open innovation | 23 ago 2019

I migliori ricercatori italiani nel campo della robotica hanno unito le loro forze dando vita a I-RIM, il primo Istituto nazionale di Robotica e Macchine Intelligenti. Con base a Milano, il nuovo ente si è costituito in associazione no-profit con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo e l’uso delle Tecnologie dell’Interazione per il benessere dei cittadini e della società, riunendo sotto un unico ‘tetto’ tutti gli attori e scienziati italiani del settore, dalla ricerca più visionaria all’industria più aperta alle tecnologie avanzate.

A comporre il Consiglio direttivo Paolo Rocco del Politecnico di Milano, Paolo Dario e Cecilia Laschi della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, Alessandro De Luca della Sapienza di Roma, Claudio Melchiorri dell'Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Giorgio Metta dell'Istituto Italiano di Tecnologia e University of Plymouth e Bruno Siciliano dell'Università di Napoli Federico II che opereranno sotto la guida del neopresidente Antonio Bicchi (Università di Pisa e Istituto Italiano di Tecnologia).

“Diamo corpo all’Intelligenza Artificiale”

“Il motto del nostro istituto è ‘Diamo corpo all’Intelligenza Artificiale’ – ha spiegato Bicchi presentando I-RIM - le cosiddette Tecnologie dell’Interazione (IAT) si concentrano infatti su quegli aspetti della Intelligenza Artificiale che hanno a che fare con il mondo fisico e su come modificarne il comportamento in ottica sociale e non solo. Sono quindi complementari alle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (ICT), che si occupano principalmente di raccogliere, trasmettere e analizzare dati”.

Alcuni campi in cui le Tecnologie dell’Interazione sono indispensabili sono ad esempio l’ausilio fisico alle persone anziane o disabili, la riduzione dei pericoli e della fatica nel lavoro, il miglioramento dei processi di produzione di beni materiali e la loro sostenibilità, la sicurezza, l’efficienza e la riduzione dell’impatto ambientale del trasporto delle persone e delle merci, il progresso delle tecniche diagnostiche e chirurgiche.

Alleanza tra mondo dell’impresa e della ricerca

Al Consiglio direttivo, composto dai più autorevoli studiosi di robotica, Intelligenza Artificiale e Big Data, si affiancano un centinaio di esponenti di importanti aziende e centri di ricerca italiani per fare di I-RIM un punto di riferimento organizzativo nazionale, in grado di attrarre i potenziali portatori di interesse e aprire un dialogo con le istituzioni pubbliche sulle tematiche legate allo sviluppo delle macchine intelligenti. Il neonato Istituto, quindi, aiuta le imprese a identificare i bisogni di innovazione, promuovendo l’applicazione industriale e la trasformazione della ricerca in nuovi prodotti o in processi produttivi, ma crea anche occasioni di incontro tra domanda e offerta di alta tecnologia su scala nazionale e internazionale e fornisce supporto all’organizzazione di percorsi di formazione che rispondano alle esigenze delle aziende, per creare opportunità di lavoro ad alta qualificazione e contribuire al trasferimento tecnologico.

Il tutto visto attraverso quel rapporto fondamentale tra la macchina, l’intelligenza artificiale, e il mondo esterno che si sviluppa e diviene via via più solido attraverso azioni concrete. “Non solo dati ma anche azioni – spiega il presidente Bicchi – come l’aiuto delle persone deboli, la sostenibilità della produzione dei beni, il trasporto e la logistica, la chirurgia. Questi sono solo alcuni dei settori ai quali l’intelligenza artificiale può dare molto in termini prettamente ‘fisici’ perché, di fatto, può intervenire modificando e migliorando pratiche e processi non più al passo coi tempi”.

In ottobre la presentazione al grande pubblico

I-RIM debutterà davanti al grande pubblico nei padiglioni 9 e 10 della Fiera di Roma, dal 18 al 20 ottobre 2019, in concomitanza con il Maker Faire Rome, il più grande evento europeo sul tema dell’innovazione sostenibile. Tra gli appuntamenti in programma la prima edizione della Conferenza Italiana di Robotica e Macchine Intelligenti, dedicata alla disseminazione delle eccellenze della ricerca italiana, per far conoscere a chi sviluppa prodotti e applicazioni le nuove possibilità offerte dalla ricerca.

 

I nostri canali social
go to top