• Redazione

    Il Cluster LE2C: “Ecco i tanti volti dell’economia circolare”

    Donelli, presidente dell’associazione su Energia e Ambiente, all’evento Boostalps 2.0

    di redazione open innovation | 17 lug 2019

L’economia circolare è ormai una realtà di interesse riconosciuto, in modo trasversale. Promossa non più solo ‘dal basso’, ma dalle stesse istituzioni, come la Commissione Europea che a fine 2015 ha emanato un pacchetto di norma sulla materia.

Eppure molto c’è ancora da fare per diffondere questo nuovo modello di sviluppo, a partire dalle best practice che in fondo la rappresentano al meglio.

Luca Donelli, presidente del Lombardy Energy Cleantech Cluster (LE2C), è stato tra i relatori dell’evento Boostalps promosso a inizio luglio da Regione Lombardia e Confindustria Lombardia sulle esperienze di circular economy attive nella macroregione alpina.

Il Cluster ha cinque aree di competenza: acqua, ambiente ed energia; industria sostenibile ed efficienza energetica; edilizia sostenibile a zero consumo; generazione e consumo dell’energia; qualità dell’aria.

In questo video, a margine dell’evento, Donelli spiega quali sono alcune delle principali caratteristiche dell’economia circolare, mettendo in file anche i numeri, le azioni concrete e le strategie del Cluster LE2C su questo fronte:

 

 

Ne emerge un’indicazione importante: l’economia circolare non si limita al riciclo ma ha molti altri volti, tra cui quelli elencati nel video da Donelli.

Per chi volesse scaricare il booklet citato da Donelli, qui il link: una utile introduzione ai principi e alle pratiche dell’economia circolare e uno strumento per capire come tradurre nel concreto della propria attività l’approccio della circular economy.

 

I nostri canali social
go to top