• Piattaforma

    Innovazione, da Regione 6 milioni per giovani e ricerca industriale

    Accordo con CNR ed ENEA: finanziate 19 borse di studio per dottorandi

    di redazione open innovation | 06 ago 2019

Un doppio assist alla ricerca, all’innovazione e alla competitività del territorio. È quello offerto dalla delibera regionale che ha dato attuazione a due Accordi di collaborazione.

Il primo è quello tra Regione Lombardia e il Consiglio Nazionale delle Ricerche, con una dotazione molto consistente pari a 5 milioni di euro, a valere su fondi POR FESR 2014-2020.

“L’obiettivo è innovare le imprese lombarde, avere ricadute dirette sulla competitività del territorio e favorire lo sviluppo della ricerca industriale - ha detto il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione Fabrizio Sala -. Sono coinvolti settori avanzati della ricerca e dello sviluppo che contribuiranno a migliorare le eccellenze del territorio rafforzando la capacità di produrre innovazione”.

Il secondo è l’Accordo di collaborazione sottoscritto tra Regione Lombardia ed ENEA (Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile), approvata dalla Giunta nella seduta del 31 luglio. L’Accordo prevede il rafforzamento della presenza di laboratori ENEA in Lombardia e la valorizzazione dei giovani ricercatori con ricadute dirette sul sistema della ricerca e dell’innovazione.

Il finanziamento coprirà 19 borse di dottorato, per un importo complessivo di quasi un milione di euro (920 mila per l’esattezza).

“Vogliamo dare ai giovani ricercatori opportunità concrete per valorizzare al meglio le loro competenze in laboratori ad alta tecnologia e attraverso progetti mirati a soddisfare le esigenze del territorio - ha detto il vicepresidente e assessore Sala -. Crediamo nella sinergia tra centri di ricerca, università e imprese con ricadute significative in termini di crescita e occupazionali”.

L’accordo è stato sottoscritto da cinque Università Lombarde: Università di Bergamo, Università di Brescia, Università di Milano Bicocca, Università degli Studi di Pavia e Politecnico di Milano.

I 19 ricercatori dell’accordo lavoreranno in tre laboratori messi a disposizione da ENEA: il Laboratorio “Tecnologie della sostenibilità” situato a Brescia, il Laboratorio “Materiali avanzati e processi industriali sostenibili 4.0” e il Laboratorio “Tecnologie per le smart cities e digitalizzazione” situati a Bergamo, all’interno del parco tecnologico Kilometro Rosso.

Accordo con CNR: 5 milioni per innovare le imprese lombarde 

Approvato anche lo schema di "Accordo di collaborazione tra Regione Lombardia e il Consiglio Nazionale delle Ricerche”, con un finanziamento pari a 5 milioni di euro, a valere su fondi POR FESR 2014-2020.

“L’obiettivo è innovare le imprese lombarde, avere ricadute dirette sulla competitività del territorio e favorire lo sviluppo della ricerca industriale - ha sottolineato Sala -. Sono coinvolti settori avanzati della ricerca e dello sviluppo che contribuiranno a migliorare le eccellenze del territorio rafforzando la capacità di produrre innovazione”.

I nostri canali social
go to top