• Piattaforma

    Manifattura, il contributo di “WATCHMAN” alla gestione dati tramite I.A.

    Un esperto racconta il modulo Data Management del progetto, finanziato dalla “Call Hub” di Regione

    di redazione open innovation | 30/04/2021

Il progetto WATCHMAN ha tra i suoi principali obiettivi la creazione di un hub di competenze sull’Intelligenza Artificiale applicate ai sistemi di visione (Machine Vision), che possa rispondere a diverse problematiche che si possono presentare in ambito manifatturiero, ma non solo.

Il progetto è uno dei vincitori della “Call Hub Ricerca e Innovazione” di Regione Lombardia: il contributo atteso è lo sviluppo di dimostratori di sistemi di controllo automatico di qualità nelle linee produttive manifatturiere (principale ambito di applicazione). In particolare, grazie a tecniche di Deep Learning applicato alla visione delle immagini si punta a un migliore riconoscimento dei difetti dei prodotti.

Nell’ottica della modularità e della flessibilità applicativa, il modulo di Data Management è stato pensato per garantire una gestione del dato flessibile e di conseguenza garantire l’applicabilità della tecnologia in svariati ambiti produttivi.

Questo obiettivo verrà raggiunto tramite una descrizione di alto livello dei dati, facendo uso di modelli che rappresentano in modo strutturato l’informazione attraverso entità e proprietà e che esplicitano le relazioni tra di esse. Inoltre, saranno integrate diverse modalità di gestione del dato, con la possibilità di effettuare l’elaborazione completamente online (cloud-driven) oppure spostando l’elaborazione del dato ‘vicino’ ai sistemi di acquisizione (edge-driven) mantenendo un’elevata affidabilità della linea produttiva.

In concreto i partner del progetto, coordinati in questa attività da FINCONS, stanno lavorando alla definizione di un’infrastruttura di massima e alla creazione di due diversi approcci risolutivi ai problemi di visione, e cioè la gestione e l’analisi del dato effettuata in cloud oppure il trasferimento del carico computazionale direttamente in campo.

Con la collaborazione di Matteo Villa di Fincons, scopriamo i dettagli di questo modulo, gli impatti attesi e l’avanzamento delle attività.

Quali sono i principali impatti attesi sul territorio?

“L’introduzione di sistemi modulari e altamente riconfigurabili permette di personalizzare la soluzione da adottare in funzione delle specifiche esigenze, anche grazie all’introduzione di tecnologie semantiche, così da poter essere applicata ad ambiti anche molto diversi. L’automatizzazione, garantita dagli aspetti relativi alla qualità del prodotto da una gestione dati flessibile, contribuirà inoltre a un sensibile aumento della produttività del lavoro.

Fincons, come leader del Work Package di Data Management, mira a consolidare la propria posizione di system integrator che opera già da anni in diverse realtà nell’ambito del manufatturiero italiano in generale e lombardo in particolare: i risultati acquisiti in Watchman contribuiranno alla strategia di investimenti già in atto nello sviluppo della business unit ‘Manufacturing”’, per arricchire l’attuale offerta con una nuova piattaforma ICT innovativa orientata alle PMI manufatturiere e non solo. Sia sul territorio lombardo, sia nazionale, sia Europeo”.

Quali sono le prospettive di sviluppo di questo WP e i risultati attesi?

“Il modulo di Data Management gestisce il flusso dati generato dai sistemi di acquisizione, attraverso le più innovative tecnologie di Data Computing, proponendo diversi approcci, adattabili ai più vari problemi di visione. In questo modo si vuole garantire una gestione efficiente sia quando l’elaborazione dei dati avviene vicino ai sistemi di acquisizione, sia quando si sceglie di remotizzare l’elaborazione e/o l’archiviazione dei dati.

Le soluzioni altamente riconfigurabili per la gestione del dato, sviluppate in questo modulo, saranno applicate ai due casi d’uso del progetto, significativamente identificati negli ambiti Pharma e Automotive. I due dimostratori industriali consentono infatti di testare e comprovare sul campo i vantaggi delle tecniche di Intelligenza Artificiale applicati al manifatturiero e non solo”.

Quali sono le attività svolte in questa fase iniziale del progetto nel contesto di questo WP/Modulo?

“Per raggiungere gli obiettivi citati, si è partiti dall’analisi dello stato dell’arte delle tecnologie per la gestione del dato che permettano un approccio versatile, in modo da supportare casi d’uso diversi in funzione delle diverse esigenze che si possono verificare in base ai requisiti tecnologici legati alle specificità delle singole linee produttive.

Si è quindi proceduto con la progettazione di un’architettura che consenta di trasferire i dati dai componenti che li producono a quelli che li elaborano, fino a quelli che ne custodiranno i risultati. Nella progettazione dell’architettura del modulo è stata posta molta cura alla versatilità della soluzione, così da supportare pienamente l’elaborazione e la gestione locale del dato come quella remota.

Le attività che stiamo svolgendo in questa fase sono quindi volte a implementare i singoli blocchi funzionali che compongono la struttura complessiva di gestione dati, di concerto con i responsabili degli altri moduli, in modo da raffinare in iterazioni successive tutti gli aspetti di dettaglio necessari a realizzare i vari componenti del modulo.

I primi risultati ottenuti nello sviluppo di questi componenti verranno testati e validati nei due dimostratori, così da permettere la realizzazione di un modulo organico che possa essere configurato dinamicamente in funzione delle esigenze specifiche dei singoli casi d’uso.

Infine, l’uso di modelli semantici permetterà di descrivere i dati ad alto livello in modo strutturato, così da consentire la generalizzazione dei risultati ottenuti in Watchman anche ad altri ambiti produttivi”.

 

I nostri canali social
go to top