• Redazione

    Open Challenge, Fabbrica Intelligente lancia due sfide per i LightHouse Plant

    Il Cluster sollecita innovazioni in ambito Industria 4.0 su stampa 3D per metalli e Cybersafety

    di redazione open innovation | 16/09/2020

È on line su questa piattaforma, nella sezione Open Challenge, la sfida di innovazione lanciata dal Cluster Fabbrica Intelligente e rivolta a possibili fornitori di soluzioni innovative a soggetti attivi nel settore dell’Industria 4.0.

Con Open Challenge, infatti, Regione Lombardia mette in contatto la domanda e la potenziale offerta di innovazione presenti sul territorio: le aziende indicano nella pagina dedicata le proprie esigenze di innovazione, alle quali startup, ricercatori e singoli cittadini possono dare risposta con proposte caricate in piattaforma.

La “XFactory LightHouse Plant Open Innovation Challenge”, questo il nome dell’iniziativa del Cluster Fabbrica Intelligente, prevede in particolare due call di innovazione su temi specifici: una proposta da ABB, per la stampa 3D di semilavorati di metallo, e una da Tenova con O.R.I. Martin sul tema della Cybersafety, per la sicurezza degli operatori.

L’Open Challenge prende spunto dalla promozione, da parte del Cluster, dei LightHouse Plant (LHP) ovvero impianti produttivi costruiti ex novo o rivisitati per essere completamente basati su tecnologie di Industria 4.0.

In un’ottica di innovazione aperta, il Cluster si rivolge dunque a startup e scale-up, MPMI e mondo della ricerca, che siano in grado di fornire soluzioni innovative ai bisogni specifici indicati dai soggetti industriali attivi nel manifatturiero 4.0.

La XFactory Open Challenge prevede due fasi distinte.

I candidati alla Challenge dovranno inviare una prima proposta di soluzioni che rispondano alle sfide dei Lighthouse Plant entro il 16 ottobre 2020.

Le proposte verranno analizzate dal Cluster Fabbrica Intelligente e dai Lighthouse Plants, producendo una prima shortlist di candidati, che verranno resi noti dopo pochi giorni e invitati alla Fase II. 

La seconda fase vedrà poi lo sviluppo di un problema specifico legato al tema proposto, con attenzione ai nodi di fattibilità, scalabilità e integrabilità della soluzione con gli attuali processi e tecnologie presenti nei LHP. Le soluzioni dovranno essere messe a punto entro il 20 dicembre 2020.

Per partecipare, clicca qui.

Le due sfide

ABB, leader a livello internazionale nei settori energia, robotica e automazione, sollecita innovazioni per un passo avanti sul fronte del Metal Additive Manufacturing: la stampa 3D infatti non si limita più a materiali polimerici, ma sempre più si presta anche alla produzione additiva di semilavorati metallici.

ABB chiede in particolare di implementare questa tecnologia nelle proprie linee di Assemblaggio Flessibili per la produzione in grandi e piccole serie, assicurando la qualità e la velocità dell’esecuzione del design e delle specifiche tecniche indicate.

Per maggiori dettagli sulla sfida lanciata da ABB, clicca qui.

Tenova, società del Gruppo Techint attiva nello sviluppo di soluzioni innovative per l’industria metallurgica e mineraria, e O.R.I. Martin Acciaieria e Ferriera S.p.A.-  specializzata nella produzione di acciai speciali -, invitano invece a proporre elementi di Sensoristica innovativa per una Piattaforma di sicurezza 4.0, da utilizzare nelle acciaierie.

In particolare, Tenova e O.R.I. Martin privilegeranno componenti indossabili, in grado di interfacciarsi con i sistemi che gestiscono i dati nella fabbrica, già sviluppati come prodotti e prototipi.

Per maggiori dettagli sugli elementi di valutazione della call di Tenova e O.R.I. Martin, clicca qui.

 

I nostri canali social
go to top