• Redazione

    PMI, da Regione 7 milioni per lo sviluppo sui mercati esteri: al via le domande

    Aperto il Bando Linea Internazionalizzazione con fondi POR FESR 2014-20. Export, i dati

    di redazione open innovation | 24 mag 2019

Una spinta a guardare all’estero, con progetti articolati per crescere affermandosi o sviluppando ancora di più la propria presenza a livello internazionale.

Questo il sostegno che Regione Lombardia offre alle Piccole Medie Imprese con un nuovo bando da 7 milioni di euro, per finanziamenti a tasso zero da un minimo di 50 mila a un massimo di 500 mila euro.

Fiere internazionali, comunicazione sui mercati esteri, spese per la certificazione dei propri prodotti in altri Paesi sono alcuni degli interventi che verranno sostenuti.

L’orizzonte è quello di una competizione globale da cui arrivano opportunità, ma anche nuovi ostacoli alla crescita per un tessuto produttivo come quello lombardo, centrato su realtà anche piccole.

Allo stesso tempo, lo sguardo è rivolto alla dimensione europea, verso quale sempre più si dovranno orientare i territori per raggiungere un ‘peso’ significativo a livello commerciale.

 

“I dati dimostrano che la Lombardia sa reggere il passo dei principali paesi europei in termine di Export. Vogliamo promuovere le imprese lombarde nei Paesi scelti per i diversi settori che stiamo studiando con le associazioni di categoria”

Export lombardo, una crescita sopra la media nazionale

La misura si inserisce in una fase congiunturale in cui, secondo i dati elaborati dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e da Promos Italia, si registra la crescita dell’export manifatturiero dell’Italia che nel 2018 è aumentato del 3%, arrivando a 444 miliardi.

Un trend ancora più significativo in Lombardia, dove la crescita è stata del 4,7% per un totale di 124 miliardi.

A trainare le vendite all'estero sono macchinari, chimica, farmaceutica e moda. La città con la percentuale più alta di export è Milano che, con oltre 42 miliardi e un aumento del 5,8%, da sola vale quasi il 10% del totale.

“I dati dimostrano che la Lombardia sa reggere il passo dei principali paesi europei in termine di Export. Le nostre imprese - ha commentato il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione delle imprese - hanno bisogno di espandersi a livello commerciale”.

“Regione Lombardia con questo bando da 7 milioni di euro - ha proseguito - vuole promuovere le imprese lombarde nei Paesi scelti per i diversi settori che stiamo studiando con le associazioni di categoria. Occorre fornire strumenti alle nostre imprese per restare competitivi sui mercati internazionali e i dati ci confortano che stiamo percorrendo la strada più giusta”.

Le risorse disponibili e i tempi

La misura Linea Internazionalizzazione, approvata il 3 maggio con il decreto 6168 della Direzione Generale Ricerca, Innovazione, Università Export e Internazionalizzazione è non a caso promossa con risorse europee POR FESR 2014-2020, statali e di Regione Lombardia.

La dotazione come detto ammonta a 7 milioni, ma potrà essere successivamente incrementata fino a un massimo di 13 milioni.

Il bando è ora ufficialmente ai nastri di partenza.

Dal 22 maggio è infatti aperto lo ‘sportello’ on line per la presentazione delle domande all’indirizzo www.bandi.servizirl.it, che rimarrà aperto sino a esaurimento dei fondi e comunque non oltre il 31 dicembre 2020 (salvo proroga).

FAQ e Assistenza

Divise per argomenti, le domande più frequenti - e le relative risposte - si trovano a questo link nella sezione “Naviga le FAQ e ottieni assistenza”.

Destinatari e obiettivi

Il sostegno è rivolto a PMI attiva da almeno due anni, e che al momento di ciascuna erogazione del finanziamento (anticipo e saldo), abbiano una sede operativa attiva in Lombardia.

Il bando punta a supportare la realizzazione di progetti di internazionalizzazione complessi da parte delle PMI, per sviluppare e/o consolidare la 
capacità di azione delle imprese lombarde nei mercati esteri, secondo gli obiettivi anche specifici previsti per l’Asse III del POR FESR 2014-20 per promuovere la competitività della PMI.

I finanziamenti

Le PMI selezionate potranno avere finanziamenti da 3-6 anni, per coprire fino all’80% della spesa complessiva ammissibile del progetto presentato, per un importo minimo di spesa di 62.500 euro.

Spese ammissibili

In concreto, verranno finanziate:

  • le partecipazioni a fiere internazionali in Italia e all’estero e workshop, eventi B2b, seminari nei giorni precedenti e successivi;
  • l’istituzione temporanea all’estero (per massimo 6 mesi) di show- room o spazi espositivi per la promozione dei propri prodotti o brand sui mercati esteri;
  •  azioni di comunicazione e advertising di promozione (non vendita);
  • consulenze;
  • spese per le certificazioni estere;
  • spese per il personale dipendente impiegato nel progetto, in Italia e all’estero, fino a un massimo del 30% del totale delle spese.

I tempi

La Conclusione del Progetto deve avvenire entro un massimo di 18 mesi dalla data del decreto di concessione dell’agevolazione.

 

I nostri canali social
go to top