• Piattaforma

    Tutte le tecnologie esponenziali a Milano con SingularityU Italy

    Torna l’evento per la business community sul futuro dell’innovazione

    di redazione open innovation | 07 ott 2019

Intelligenza Artificiale, Blockchain, Biotech, Smart City, ma anche etica e sostenibilità. Se ne parla a Milano, l’8 e 9 ottobre, quando la città ancora una volta diventa vetrina d’innovazione, della riflessione su tutte le tecnologie esponenziali o emergenti e sul loro impatto sulla società.

L’evento è quello di SingularityU Italy, una due giorni di conferenze con speaker internazionali d’eccellenza. Si tratta di uno dei SingularityU International Summit promossi in tutto il mondo dalla Singularity University, community mondiale e piattaforma collaborativa di innovazione e cultura con base nel NASA Research Park in Silicon Valley e partner come Google e UNICEF.

Nel 2018 SingularityU Italy ha creato la sua faculty locale e ora porta a Milano, per la terza volta, il modello di incontri ormai collaudato a livello internazionale, pensato per formare le business community locali sulle nuove tecnologie chiamando a raccolta innovatori, scienziati, divulgatori, imprenditori, startupper.

L’obiettivo dichiarato è far comprendere a imprenditori e leader come sfruttare al meglio le tecnologie esponenziali per favorire crescita economica e cambiamenti sociali positivi.

I temi e gli autori

Si parlerà ad esempio di “AI-Driven Society”, “Neuroscience & Decision Making”, “Future of Health”, “Education in STEM”, “Future of Work”, “Longevity in Society”, “Ethics”, “Digital Biology”.

Tanti i nomi di rilievo internazionale, molti noti anche al grande pubblico. Tra questi Christopher Kutarna (coautore del bestseller internazionale Age of Discovery: Navigating the Storms of Our Second Renaissance), che ha previsto tra l’altro la Brexit e l’elezione di Donald Trump, e Carlo van de Weijer, Direttore della Strategic Area Smart Mobility dell’Università Tecnologica di Eindhoven oltre che consulente strategico per progetti di innovazione legati al futuro della mobilità, sia di istituzioni governative sia di aziende private.

Tra gli italiani troviamo la virologa Ilaria Capua, che ha promosso la condivisione dei dati sui virus influenzali su piattaforme open access e che oggi dirige il Centro di Eccellenza One Health dell’Università della Florida; Davide Dattoli, fondatore e CEO di Talent Garden (la principale piattaforma in Europa per spazi coworking dedicati all’innovazione digitale); l’inventore del primo microprocessore ovvero il fisico e imprenditore Federico Faggin; ma anche Tommaso Gecchelin, giovane fisico e designer, fondatore di NEXT Future Transportation che sviluppa veicoli elettrici modulari a guida autonoma per ottimizzare il traffico fino all’80% e i consumi fino al 50%.  

 

I nostri canali social
go to top