• Piattaforma

    Università, ecco i primi laureati in Food Engineering

    Dal PoliMi e sette imprese i primi 40 professionisti per l’innovazione della filiera agroalimentare

    di redazione open innovation | 02/08/2021

Arriva dal Politecnico di Milano, in collaborazione con sette imprese di enti chiave del settore, una nuova figura professionale: nascono così i primi 40 Food Engineering italiani, con l’obiettivo di costruire una nuova cultura dell’industria alimentare.

Un percorso di studio interamente in lingua inglese, dedicato quindi non solo a studenti italiani ma anche stranieri, nato dalla collaborazione del PoliMi con grandi nomi del settore quali Esselunga, Goglio, Granarolo, Nestlé, Number1, Unilever Italia, Unitec.

Questo diploma di laurea rappresenta un unicum nel suo genere a livello nazionale: un insieme di competenze politecniche interdisciplinari e trasversali che convergono, per formare ingegneri alimentari in grado di risolvere i problemi innovando la catena di valore dell’intera filiera: il corso vuole essere una risposta alle richieste d’innovazione delle imprese italiane, e non solo, supportando allo stesso tempo il potenziamento di un settore sempre più strategico per lo sviluppo economico del nostro Paese.

Il laureato in Food Engineering del Politecnico di Milano è uno specialista completo che opera lungo l’intera filiera della produzione, distribuzione e gestione dell’industria alimentare e delle bevande: utilizza non solo le proprie conoscenze tecniche e ingegneristiche, ma vanta anche una preparazione metodologica di assoluto livello che, unita alla formazione fortemente interdisciplinare e a una visione di sistema strategica, gli consente di lavorare alla produzione di un alimento o di una bevanda confezionati, come anche alla progettazione di macchine per la produzione alimentare.

Una figura davvero specialistica e specializzata, pronta a operare in qualsiasi fase della filiera, dallo sviluppo di tecnologie per la trasformazione alimentare, passando per la qualità e la certificazione dei prodotti, fino ad arrivare alla sicurezza alimentare e alla progettazione di processi sostenibili per l’industria.

 

I nostri canali social
go to top