• Osservatorio economia circolare e transizione energetica

    VIDEO I costruttori lombardi: “La nostra strada verso lo sviluppo sostenibile”

    L’ANCE regionale tra gli aderenti al Tavolo di Regione sull’economia circolare

    di redazione open innovation | 24 mag 2019

Per la tutela dell’ambiente molto può fare il risparmio energetico. Un tema che si pone in modo prioritario nel settore edile: la maggior parte degli edifici italiani conta già una certa ‘età’ e non offre dunque ancora le soluzioni di efficienza energetica che oggi la tecnologia mette a disposizione, e che possono fare la differenza a livello di consumi. Ecco dunque che un diverso modello di sviluppo chiama in causa anche processi di riqualificazione energetica e rigenerazione urbana, oltre a progettazione e materiali innovativi e più sostenibili per gli edifici di nuova edificazione.

Altro tema ambientale centrale per il comparto è quello del riutilizzo dei materiali recuperati dalle attività di costruzione e demolizione. L’idea è quella di rimettere in circolo in come “risorse”, materiali finora considerati solo come rifiuti: un processo di economia circolare che porterebbe, nota ANCE Lombardia, all’apertura di meno discariche e meno cave di inerti naturali.

Questo tipo di rifiuti - non pericolosi - da costruzione e demolizione ha peraltro volumi non indifferenti: si parla di circa 50 milioni di tonnellate a livello nazionale e di 11,5 milioni di tonnellate a livello regionale, di cui conferiti a recupero in Regione Lombardia, circa il 90% del totale.

In questo contesto, il mondo delle costruzioni lombardo ha scelto di confrontarsi con le opportunità offerte da un modello si sviluppo sostenibile. Il presidente di ANCE Lombardia, Luca Guffanti, lo racconta in questo video, dopo il suo intervento al Tavolo di Regione Lombardia su Economia circolare e transizione energetica:

 

 

Per un quadro dei temi discussi al Tavolo, promosso dall’assessorato Ambiente e Clima con associazioni economiche e attori sociali, leggi qui.

 

I nostri canali social
go to top