• Premio Lombardia è Ricerca

    Antonietti: “Il mio Premio ‘Lombardia è ricerca’, il ruolo della Lombardia”

    È uno dei tre vincitori, docente al Max Planck Institute: i suoi studi e le ricadute sul territorio

    di redazione open innovation | 22/11/2021

Un nuovo modo di sfruttare l’energia del Sole per ottenere combustibili green al 100%. Questo il traguardo a cui hanno puntato e puntano le ricerche di Markus Antonietti, Direttore del Max Planck Institute of Colloids and Interfaces e professore all’Università di Potsdam in Germania, da anni attivo nel campo della chimica sostenibile.

Insieme al biologo Pierre Joliot, professore emerito al Collège de France e a Marcella Bonchio, docente di Chimica dell’Università di Padova, Antonietti si è aggiudicato la quarta edizione del Premio internazionale “Lombardia è ricerca” di Regione Lombardia, dedicato alla Sostenibilità ambientale.

In questo breve video al Teatro alla Scala, in occasione della sua premiazione nel corso della Giornata della Ricerca promossa sempre da Regione e da Fondazione Veronesi, Antonietti spiega perché per lui questo Premio risulta determinante.

Scopri di più, guarda il video:

Nel dettaglio, il Premio Lombardia è Ricerca è stato conferito al professor Antonietti per le sue ricerche sul nitruro di carbonio, una polvere gialla ottenuta da molecole semplici come l’urea, la quale è in grado di catalizzare un processo di fotosintesi artificiale.

Come fanno le piante, utilizzando la luce solare per sintetizzare zuccheri, combustibili o prodotti chimici utili, ma in modo più efficiente e con un unico materiale, robusto e a basso impatto ambientale.

Il fotocatalizzatore polimerico costituito solo da carbonio e azoto, o nitruro di carbonio, di Markus Antonietti integra le proprietà dei fotosistemi naturali in un solo materiale e punta alla generazione di idrogeno verde e alla valorizzazione di anidride carbonica in processi eco-sostenibili.

Le ricerche del professor Antonietti sullo sviluppo di nuovi materiali fotocatalitici hanno avuto un’ampia eco nella comunità scientifica, con più di 10 mila citazioni all’anno, in quanto i sistemi chimici da lui sviluppati per la fotosintesi artificiale promettono un’efficienza superiore a quella naturale. L’utilizzo delle polveri fotocatalitiche semplifica la sintesi di molecole organiche complesse, e il professor Antonietti ha individuato 19 nuove reazioni così catalizzate, alcune delle quali finora del tutto sconosciute.

I nostri canali social
go to top