• Redazione

    Missione in Israele, Sala: Lombardia modello in ricerca sanitaria e Life Science

    Al via il progetto Mercati Strategici promosso con Unioncamere: le prossime tappe

    di redazione open innovation | 25/03/2019

Nel primo giorno della missione internazionale di Regione con le imprese del settore sanitario in Israele, lunedì 25 marzo, il vicepresidente e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala intervenuto al convegno nell’ambito di MedinIsrael Practicing Tech for human longevity ha ricordato che “con Israele abbiamo stretto da tempo una grande collaborazione sui temi delle cure mediche e del trasferimento tecnologico. Regione Lombardia punta molto sulle Scienze della vita e sul miglioramento della vita dei cittadini lombardi. Per questo motivo uno dei nodi strategici del Programma triennale per la ricerca e per il trasferimento tecnologico riguarda il settore Life Science. La nostra azione mira a migliorare la salute dei cittadini sostenendo l’eccellenza scientifica”.

“Crediamo fortemente - ha aggiunto Fabrizio Sala - che con l’invecchiamento della popolazione sia fondamentale trovare sistemi di cura alternativi. Diventano cruciali le tecnologie applicate per il trattamento dei pazienti più fragili e deboli”.

“Proprio per questo voglio sottolineare l’esempio del Paese Ritrovato di Monza, un villaggio vero e proprio dove i malati di Alzheimer possono condurre una vita normale migliorando anche la qualità della vita dei familiari. Un esempio virtuoso che segna una svolta per la cura dei pazienti che soffrono di queste patologie invalidanti”.

Digitalizzare il sistema sanitario lombardo

“Il nostro obiettivo è digitalizzare il settore sanitario lombardo - ha concluso il vicepresidente -. Israele è un paese tecnologicamente avanzato e possiamo prendere spunto da questa nostra missione per avviare e pianificare progetti condivisi, per migliorare ancora di più il già nostro eccellente sistema sanitario”. Non a caso, nel corso della missione sono in programma incontri con le più importanti realtà di ricerca sanitaria e medica di Tel Aviv come il Maccabi Healthy Services e Genesis International Services.

“Digitalizzare - ha spiegato Sala - significa non solo risparmiare denaro, ma anche soddisfare le esigenze in continua evoluzione in un mondo con un costante invecchiamento della popolazione. Lombardia e Israele hanno più o meno lo stesso numero di abitanti e vogliamo realizzare, come è già prassi in Israele, un unico archivio di Big data con tutti i dati sanitari del cittadini lombardi”.

Il ‘Mercati Strategici’ e le prossime tappe estere 

Il secondo giorno, martedì 26, ha poi visto l’avvio, in Israele, della seconda edizione del progetto ‘Mercati strategici’, promosso da Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia e realizzato attraverso Promos Italia e mirato al supporto dell’internazionalizzazione delle imprese del territorio. Duecento le aziende lombarde coinvolte nei sei appuntamenti di formazione sull’internazionalizzazione e in altrettante missioni imprenditoriali in mercati strategici esteri, con l’obiettivo di favorire la competitività internazionale.

La missione in Israele, fino al 29 marzo, è dedicata appunto alle Scienze della Vita e vedrà presenti imprese dei settori Biotech e Farmaceutico.
Dopo Israele sono previste iniziative negli Stati Uniti (giugno 2019), Giappone (settembre 2019), India (ottobre 2019), Emirati Arabi (novembre 2019) e Cina (in data da definire). Secondo un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, si tratta di un’area che vale un export di 20 miliardi di euro all’anno in Lombardia, con un +8% in un anno, su un totale italiano di 73 miliardi (+2%).

Milano, con 10 miliardi di euro (+9%), Bergamo e Brescia che superano 2 miliardi (+3% e +11%), Monza e Varese con oltre 1 miliardo (+10% e +7%), sono le province più attive nell’export. In crescita anche Cremona e Mantova (+10% circa).

Per quel che riguarda invece le mete dell’export lombardo, in testa si trovano gli USA  - per un valore di 10 miliardi di euro, +11%, che da soli rappresentano la metà delle esportazioni lombarde verso i mercati analizzati. Seguono Cina (4 miliardi di valore), Giappone (2 miliardi), Emirati (1 miliardo), India (1,4 miliardi, + 24%), Israele (800 milioni). I prodotti più esportati sono macchinari, abbigliamento, prodotti chimici e metalli.

Un business da 20 miliardi l’anno

“La prima edizione del progetto ‘Mercati Strategici’ ha permesso a oltre 450 imprese lombarde di sviluppare business internazionale - spiega Giovanni Da Pozzo, presidente di Promos Italia -. Anche in questa seconda edizione, grazie alla scelta dei mercati più strategici e dei giusti interlocutori, creeremo tutte le condizioni affinché gli imprenditori lombardi possano avviare proficue relazioni d'affari”.

“Per il sistema camerale lombardo sostenere l’internazionalizzazione delle imprese del territorio è una priorità - ha dichiarato il presidente di Unioncamere Lombardia Gian Domenico Auricchio - e grazie a questo progetto portiamo le imprese lombarde a fare business in aree geografiche che per la Lombardia valgono, in termini di esportazioni stimate, 20 miliardi di euro l’anno".

 

I nostri canali social
go to top