• Immagine della discussione

    Progetto FOOD NET

    di redazione open innovation

Food Social Sensor network (Food NET) intende creare una piattaforma per fornire linee guida e tecnologie volte a realizzare functional food accessibili ed efficaci per cittadini over 65 della Città Metropolitana di Milano. Le condizioni nutrizionali del target saranno valutate sotto il profilo sociale, storico, psicologico e medico e i dati raccolti saranno integrati con le caratteristiche degli stili di vita al fine di interpretarne le esigenze nutrizionali.

L’analisi favorirà l’innovazione di processo e prodotto delle imprese agroalimentari attraverso lo sviluppo di una piattaforma di Foodomica che supporterà la produzione di alimenti funzionali realmente efficaci, capaci di migliorare la qualità della vita e lo stato nutrizionale dei cittadini, secondo nuovi modelli nutrizionali ed innovativi processi educativi.

La piattaforma sarà un’infrastruttura tecnico-scientifica permanente che permetterà di identificare fitocomplessi bioattivi da piante e/o da scarti agroalimentari per ottenere nuove materie prime e alimenti e soprattutto valutare l’efficacia dei nuovi prodotti sull’organismo. Tale infrastruttura sarà fondamentale per supportare l’innovazione di prodotto (principi attivi, semilavorati, prodotti finiti), la diversificazione dell’offerta, il miglioramento produttivo e ridurre l’impatto ambientale della filiera.

Azioni di informazione, educazione ed engagement saranno dirette al cittadino target, attraverso anche l’utilizzo di innovativi dispositivi ed applicazioni smart, affinché esso possa accedere ai nuovi prodotti, migliorare la propria dieta ed educazione alimentare. L’obiettivo è abilitare un sistema circolare di informazioni e monitoraggio dello stato nutrizionale della città metropolitana in cui il cittadino diviene primo protagonista.

Smart cities & communities

Benessere,qualità della vita,Agroalimentare

Capofila:

TSP - Tecnologie e Servizi Professionali Srl

Partenariato:

Impatto territoriale:

Lo sviluppo di un’infrastruttura di Foodomica consentirà di sperimentare nuove molecole e matrici, realizzare nuovi alimenti e testarne l’effetto sull’organismo. Tale facility sarà di supporto alle imprese agroalimentari con lo scopo di favorirne l’innovazione, ridurre tempi e costi per analisi di nuove matrici, grazie alla concentrazione di strumenti e competenze. La piattaforma Information Communication Technology (ICT) e le informazioni integrate favoriranno il posizionamento dei nuovi prodotti aumentando la competitività aziendale anche grazie al networking tra imprese.

Un ulteriore impatto si avrà nella gestione del territorio che si modificherà grazie all’uso delle tecnologie ICT che interpreteranno le relative esigenze ed offriranno soluzioni di analisi e governo. A valle di Expo 2015, che ha riconosciuto il cibo come elemento fondamentale del benessere personale e della sostenibilità dei sistemi urbani e dopo la redazione delle linee di indirizzo della food policy da parte del Comune di Milano, si ritiene che il progetto aiuterà a rendere operative le strategie di intervento territoriali connettendo il sistema delle imprese con istituzioni e cittadini. Questo garantirà lo sviluppo di un sistema produttivo integrato capace di ragionare secondo il modello “demand pull”.

Un ultimo impatto si otterrà in relazione al benessere del cittadino, a livello di prevenzione o rallentamento dell’insorgenza di patologie. Il progetto raccoglie la sfida in chiave smart living concentrandosi sulle fasce più fragili come quella degli anziani - in un’area dove gli over 65 costituiscono il 22% della popolazione e dove l’invecchiamento è più marcato rispetto alla media regionale - che sono i più esposti ai rischi di inaccessibilità alle risorse alimentari e alla malnutrizione, con ricadute sulla salute, sul benessere e sulla partecipazione sociale.

Impatto sulla S3:

Il progetto si focalizza sulla macroarea AG4, “Dinamiche globali ed efficacia nutrizionale”, ma affronta anche temi relativi all’area trasversale SCC1 “Smart living”, relativa alle tematiche Smart living and Communities.

go to top