• OS - Notizie

    I laureati in discipline STEM in Lombardia: la ‘fotografia’ di Almalaurea

    Il focus (su dati 2020) nel Cruscotto Lombardia - Polis a cura di Sara Maiorino

    di redazione open innovation | 24/11/2021

La percentuale di laureati nelle università Lombarde in discipline STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) presenta ancora significative differenze di genere.

Nello specifico, è relativamente più alta fra gli uomini che fra le donne per alcuni gruppi disciplinari (in particolare informatica e tecnologie ICT, architettura e ingegneria civile e ingegneria industriale).

La percentuale di donne è invece lievemente più alta in ambito medico-farmaceutico e scientifico.

Questo raccontano i dati di Almalaurea - il consorzio interuniversitario fondato nel 1994 che rappresenta 78 Atenei e circa il 90% dei laureati usciti ogni anno dal sistema universitario italiano - elaborati nel Cruscotto Lombardia, lo strumento con cui PoliS-Lombardia (l’Istituto regionale per il supporto alle politiche della Lombardia) riporta ogni settimana numeri e contenuti, sia prodotti sia elaborati dall’Istituto, riferiti al territorio lombardo.

In sostanza, la percentuale di donne laureate in discipline STEM è lievemente più alta in ambito medico-farmaceutico e scientifico (rispettivamente 67,22% e 55,35%). La percentuale di uomini è invece maggiore negli ambiti Informatica e tecnologie ICT, Ingegneria industriale e dell’informazione e Architettura e ingegneria civile (rispettivamente 87,43%, 74, 31% e 62,11%)

Figura 1. Percentuali medie di laureati in discipline STEM per gruppo disciplinare e genere (Anno di laurea 2020)*

Le votazioni

Le votazioni medie di laurea sono più alte per i gruppi disciplinari medico-farmaceutico e scientifico rispetto agli altri. Le votazioni sono inoltre lievemente più alte per le donne che per gli uomini per quasi tutti i gruppi disciplinari considerati, tranne Informatica e tecnologie ICT, come mostrato in tabella 1.

Il gruppo disciplinare in cui sono mediamente più basse è quello di architettura e ingegneria civile.

Tabella 2. Voto di laurea per genere e gruppo disciplinare (2020)*

Altro rilevante indicatore è quello inerente agli indici di ritardo nella laurea per i vari gruppi disciplinari. Il gruppo disciplinare a registrare in media il maggiore indice di ritardo è quello di Architettura e Ingegneria Civile. Quello che registra il più basso è il gruppo medico-farmaceutico.

Analizzando infine l’intenzione di non proseguire gli studi dopo il percorso universitario, si nota che essa è più diffusa fra gli uomini che fra le donne per quasi tutti i gruppi disciplinari, eccetto che per informatica e tecnologie ICT, che presentano una lievemente maggiore percentuale di laureate che non intendono proseguire negli studi.

L’ambito in cui l’intenzione di non proseguire gli studi gli studi risulta percentualmente minore, se si considera tutto il collettivo selezionato, è quello delle discipline scientifiche.

Figura 3.  Intenzioni di non proseguire dopo il percorso universitario per gruppo disciplinare e genere (2020)*

 

Fonte: XXIII Indagine Almalaurea sui Laureati (Anno indagine, 2021)

Link alla fonte:

https://www2.almalaurea.it/cgiphp/universita/statistiche/tendine.php?LANG=it&config=profilo

Note

*Le medie sono calcolate sulle università lombarde affiliate al Consorzio Almalaurea, che non rappresentano però la totalità delle università Lombarde.

I nostri canali social
go to top