• Premio Lombardia è Ricerca

    Cerullo: “Così sfrutteremo al meglio l’energia solare, imitando la fotosintesi”

    Video intervista al docente del Politecnico di Milano, giurato del “Premio Lombardia è Ricerca”

    di redazione open innovation | 15/07/2021

Il Premio internazionale “Lombardia è Ricerca” di Regione Lombardia è dedicato quest’anno al tema della sostenibilità: tutti gli scienziati italiani che rispondono ai requisiti del Regolamento (per sapere quali vai alla pagina dedicata al Premio, clicca qui) possono segnalare e candidare - entro il 25 luglio - le scoperte che ritengono più significative sul tema.

La sostenibilità è anche uno degli orizzonti della ricerca del professor Giulio Cerullo, uno dei 15 top scientists italiani che compongono la Giuria del Premio. A partire da una considerazione, e cioè che “l’energia solare irradiata ogni giorno sulla Terra è oltre mille volte superiore al fabbisogno energetico mondiale: basterebbe saperla catturare e sfruttare appieno”.

Ordinario di Fisica della Materia al Dipartimento di Fisica del Politecnico di Milano, Presidente della divisione di Elettronica Quantistica e Ottica della Società Europea di Fisica, in questa video intervista il professor Cerullo ci racconta gli studi condotti grazie all’utilizzo della luce, e in particolare del laser, ad esempio per indagare i meccanismi molecolari alla base del funzionamento del processo di fotosintesi clorofilliana.

Capire esattamente cosa rende tanto efficiente la trasformazione, nelle piante, dell’energia solare in energia chimica può aprire la strada a nuovi “combustibili solari” puliti e rinnovabili, spiega il professor Cerullo, grazie alla realizzazione di una fotosintesi artificiale.

E ancora, il docente del Politecnico ci spiega come lo studio della conversione dell’energia solare in energia elettrica sta portando allo sviluppo di un nuovo tipo di fotovoltaico, quello “organico”, basato su polimeri innovativi. Ma ci racconta anche come, sempre grazie al laser, possiamo studiare materiali innovativi e super performanti, come il grafene.

Scopri di più, guarda la video intervista:

 

I nostri canali social
go to top