• Redazione

    Con “NOCTUA” un satellite lombardo per monitorare infrastrutture e territorio

    Il progetto, tra i vincitori della “Call Hub” di Regione, offrirà dati accessibili a costi contenuti

    di redazione open innovation | 17 giu 2020

L’economia dello Spazio cresce, e a ritmi sostenuti. In questo settore, un nuovo contributo arriva dal progetto per un innovativo servizio di monitoraggio del territorio dallo Spazio, grazie a un nuovo, piccolo satellite made in Lombardy che promette di essere un alleato prezioso per il controllo di infrastrutture fondamentali come ponti, strade, dighe e per il monitoraggio delle risorse naturali.

Per il suo alto tasso di innovazione “NOCTUA” - questo il nome del progetto - è tra i vincitori del bando “Call Hub Ricerca e Innovazione” di Regione Lombardia, finanziato con fondi POR FESR 2014-2020.

Lo ha presentato come capofila l’azienda comasca D-Orbit, ex startup specializzata nel fornire prodotti e servizi che coprono l’intero ciclo di una missione spaziale, dalla progettazione e sviluppo della piattaforma satellitare fino allo smaltimento di detriti spaziali.

Nella notte tra il 20 e il 21 giugno (per la precisione, alle 3.51 CEST del 21/6) è previsto tra l’altro il lancio di un altro prodotto D-Orbit, ION SCV LUCAS, che salirà nello Spazio dal Guiana Space Center sudamericano a bordo del razzo Vega, in una missione ESA pensata proprio per portare in orbita satelliti di piccole dimensioni. L’evento potrà essere seguito anche sui profili social dell’azienda: LinkedIn, Facebook, Twitter, Instagram

Di obiettivi, innovatività e vantaggi del progetto “NOCTUA” ci ha parlato Stefano Antonetti, Responsabile Institutional Business di D-Orbit:

Dal punto di vista tecnico, un sensore radar ad apertura sintetica dallo Spazio permette di sorvolare le strutture da monitorare in modo ripetitivo in intervalli di tempo precisi e predefiniti, ricavando informazioni indipendentemente dall’illuminazione o dalle condizioni metereologiche.

Il radar è in grado di monitorare anche gli spostamenti minimi, cosi come le deformazioni delle strutture stesse.

Nel complesso, il servizio al quale punta NOCTUA è pensato per essere innovativo, scalabile, esportabile e disponibile a una vasta utenza.

Questi i partner del progetto:

- D-Orbit S.p.A.

- Beta 80 S.p.A.

- TRE ALTAMIRA S.r.l.

- Fondazione Centro Europeo di Formazione e Ricerca in Ingegneria Sismica EUCENTRE

- RadarSensing S.r.l.

- Scuola Universitaria Superiore IUSS Pavia

I nostri canali social
go to top