Verrà aperta una nuova finestra
Image for the news
Platform

25/10/2023

Innovazione, con Smart&Hack le aziende sfidano giovani talenti universitari

Obiettivo sviluppare progetti per sei imprese pavesi. Assessore Fermi: un’opportunità concreta

Redazione Open Innovation

Redazione Open Innovation

Regione Lombardia

Una maratona di 24 ore tra giovani talenti universitari che hanno accettato la sfida di sei importanti aziende pavesi per presentare un project work.

Ecco cosa propone l’edizione 2023 di Smart&Hack, la competizione nazionale rivolta agli studenti di tutte le università italiane, dedicata alle ‘competenze trasformative’, e presentata il 24 ottobre nell’Aula Foscolo dell’Università degli Studi di Pavia alla presenza dell’assessore regionale all’Università, Ricerca e Innovazione, Alessandro Fermi.

Per la sesta edizione, promossa dall’Agenzia per il lavoro Risorse SpA, e patrocinata dalla Regione Lombardia e dal Comune di Pavia, scendono in campo Sea Vision, Fedegari, Cattini e Figlio, 7Pixel, Eleva e Zucchetti. Main Partner per questa edizione l’Università degli Studi di Pavia e ITIR (Institute of Transformative Innovation Research) presieduto dal professor Stefano Denicolai.

L’hackathon, ossia la maratona di 24 ore, si svolgerà online fra il 14 e il 15 novembre.

I giovani talenti avranno la possibilità di sviluppare una delle sfide lanciate dalle aziende. 

Smart&Hack è una delle sfide di innovazione ospitata su Open Challenge, la sezione di questa piattaforma dedicata all’incontro tra domanda e offerta di innovazione, tra imprese in cerca di soluzioni innovative da un lato e ricercatori, PMI, startup, studenti dall’altra.

Per partecipare, clicca qui. Le iscrizioni sono aperte fino al 30 ottobre 2023.

In palio 1.500 euro di buoni Amazon e stage in azienda

I concorrenti, di età compresa tra i 20 e i 26 anni, avranno il compito di sviluppare nell’arco di 24 ore progetti innovativi, mettendosi alla prova con una delle sfide lanciate dalle aziende. In palio ci saranno 1.500 euro in buoni Amazon per il team vincitore, offerti da Risorse SpA e uno stage/experience promossa dall’azienda che avrà lanciato la sfida.

Fermi: importante offrire un’opportunità agli studenti

“Al di là del patrocinio, Regione Lombardia sostiene questa competizione anzitutto culturalmente – ha sottolineato Fermi –. Culturalmente perché prova a trovare un metodo che va in due direzioni. Anzitutto avvicinando il mercato del lavoro a quello formativo, perché non sempre i ragazzi sono orientati a studiare quello che il mercato del lavoro cercherà da qui ai prossimi 5 o 10 anni. E poi il secondo aspetto è quello di offrire delle opportunità ai nostri ragazzi. Uno dei grandi temi, infatti, è proprio quello di far sì che questi ragazzi possano rimanere sul nostro territorio che è molto attrattivo nella fase del percorso di studio, visto che il 40% degli universitari arriva da fuori regione e il 9% da fuori Italia”.

Le sfide proposte dalle aziende

Sea Vision, che sviluppa software di machine vision per il controllo della qualità nell’ambito farmaceutico, propone di potenziare la intranet aziendale per agevolare la condivisione e l’accesso alle informazioni interne.

Fedegari, azienda metalmeccanica che fornisce soluzioni complete nel campo della sterilizzazione per l’industria farmaceutica e biotech, si presenta chiedendo di disegnare un processo di ‘open innovation’ per elevare gli standard tecnologici qualitativi dell’azienda.

La Cattini e Figlio, famosa per la produzione di ingranaggi, ha chiesto di ideare un progetto per ridurre le distanze e monitorare i processi produttivi dei propri impianti in India, sfruttando la realtà aumentata.

La digital-tech company pavese di comparazione dei prezzi 7Pixel ha proposto ai partecipanti di sviluppare una strategia in ambito marketing e comunicazione su Telegram per il brand Trovaprezzi.

Eleva, l’azienda innovativa che fornisce consulenza e sviluppo di progetti in ambito digitale, si rivolge agli studenti con l’obiettivo di immaginare un’app per coinvolgere maggiormente i dipendenti ai tempi del lavoro ibrido.

Zucchetti, infine, la prima software-house italiana, lancia la sfida relativa allo sviluppo di un nuovo processo di recruiting innovativo e attrattivo rivolto ai candidati della Generazione Z.

La giuria di professionisti dell’innovazione

A giudicare i lavori sarà il Comitato Tecnico Scientifico di Smart&Hack e una giuria composta dai professionisti dell’innovazione. Ne faranno parte le istituzioni, membri di Regione Lombardia (con il direttore vicario Tommaso Mazzei, Direzione generale Università, Ricerca e Innovazione), ITIR, Università di Pavia e le aziende coinvolte nel progetto. Presidente della giuria sarà Marco Pagano, CEO di Risorse SpA.

No attachments selected.
Tag di interesse
There are no areas of interest associated with this content