Verrà aperta una nuova finestra
Image for the news
Platform

03/01/2024

Un computer quantistico per rilevare più in fretta gli attacchi sul web

Studio della Statale di Milano e Politecnico: fino a 64 volte più veloce del tradizionale

Redazione Open Innovation

Redazione Open Innovation

Regione Lombardia

Utilizzare l’Intelligenza Artificiale su un computer quantistico permette di rilevare gli attacchi informatici più velocemente rispetto a quelli tradizionali: questa la scoperta realizzata da Enrico Prati, docente di Fisica della materia dell’Università degli Studi di Milano, insieme al suo team di ricercatori.

Il loro studio è stato pubblicato anche sulla testata specialistica Nature Communication Physics e ha visto il team del dottor Prati, in collaborazione con il Politecnico di Milano, programmare il computer canadese D-Wave Advantage da 5.000 bit quantistici (qubit), impiegando un database da 3 milioni di pacchetti di traffico internet.

Si tratta di una scoperta straordinaria, dal momento che è la prima volta che si osserva un vantaggio quantistico su dati reali, come sottolineato dallo stesso Prati: “Due anni fa avevamo già dimostrato un nuovo modo di programmare l’algoritmo di Intelligenza Artificiale quantistica sviluppato in origine dalla NASA chiamato macchina di Boltzmann e ispirato a quello adottato tra gli altri da Netflix per raccomandare i film - spiega Enrico Prati -. In quel caso però i risultati erano limitati a piccoli database dimostrativi, anche per le limitazioni dei computer quantistici di allora. Lo sviluppo dell’hardware è così rapido che oggi siamo in grado di trattare database realistici come quelli tipici della Cybersecurity”.

Lo sviluppo tecnologico dimostra quanto sia più vantaggioso l’utilizzo di un computer quantistico, che può raggiungere una velocità fino a 64 volte superiore rispetto uno tradizionale.

Un progetto che può avere ricadute importanti non solo a livello di Cybersicurezza informatica, ma anche ma anche in altri ambiti di applicazione nei settori salute, aerospazio, ottimizzazione dei processi industriali, finanza, riconoscimento di immagini e chimica solo per citare i principali: una tecnologica davvero unica a livello di prestazioni, insuperabile anche per i supercomputer, che sta spingendo sempre più enti governativi e industrie a importanti investimenti.

No attachments selected.
Tag di interesse
There are no areas of interest associated with this content