• Il cambiamento climatico nell’era post-Covid

    di redazione open innovation

Un tema che deve tornare prioritario, come chiave del rilancio dopo la pandemia

La crisi del coronavirus porta con sé profonde lezioni che possono aiutarci ad affrontare i cambiamenti climatici, se avremo la capacità di rendere prioritaria la resilienza sia a livello economico che ambientale nella pianificazione per la ripresa futura.

Proprio pochi mesi fa, prima che il contrasto alla pandemia diventasse inevitabilmente la priorità d’azione in tutti i paesi rivoluzionando ogni equilibrio o programma, il dibattito sui cambiamenti climatici stava trovando un forte slancio. Nella fase post-COVID il mondo può prestare attenzione ai cambiamenti climatici e alla sostenibilità? Non si può permettere di fare diversamente: il clima rimane il tema critico del prossimo decennio e gli investimenti in infrastrutture sostenibili e la transizione verso un futuro a basse emissioni o possono favorire una significativa creazione di posti di lavoro a breve termine, aumentando la resilienza sia economica che ambientale.

Sono tre le domande che dovrebbero essere d’ispirazione per tutti i leader:

  • Quali lezioni si possono trarre dall'attuale pandemia per i cambiamenti climatici?
  • Quali implicazioni, positive o negative, potrebbero avere le nostre risposte alla pandemia all'azione per il clima?
  • Quali passi potrebbero fare le aziende, i governi e gli individui per allineare la nostra immediata risposta alla pandemia agli imperativi della sostenibilità?

 

FONTE: https://www.mckinsey.com/business-functions/sustainability/our-insights/addressing-climate-change-in-a-post-pandemic-world

AUTORE: Dickon Pinner, Matt Rogers – senior partners McKinsey’s, San Francisco e Hamid Samandari - senior partner, New York

Puoi essere il primo a lasciare un contributo

go to top