• Quando finirà la pandemia, la scuola cambierà per sempre?

    di redazione open innovation

18 giugno 2020

Ci sono modelli e metodi utilizzati durante la crisi che potrebbero rimanere?

Il coronavirus ha costretto le scuole e gli insegnanti a cambiare le modalità di insegnamento. Molti ragazzi hanno certamente notato elementi negativi in questo nuovo modello “da remoto” come la mancanza di amici, sport, insegnanti e attività. Sono però emersi anche alcuni fattori positivi come la possibilità di mettersi al lavoro secondo i propri ritmi, stabilire il programma secondo le proprie esigenze e vivere al di fuori di un ambiente, talvolta stressante, come la scuola. Cosa potrà essere mantenuto?

 

FONTE: https://www.nytimes.com/2020/05/05/learning/when-the-pandemic-ends-will-school-change-forever.html

AUTORE: Nicole Daniels, New York Times

1 contributo

Antonio Vincenzo Racco

19/06/2020 alle 10:04

Che il Covid-19 abbia determinato un modo nuovo di pensare la didattica è sotto gli occhi di tutti. Ciò su cui occorrerebbe ragionare è la capacità del sistema scolastico di intraprendere una reale innovazione anche di carattere tecnologico. La dotazione informatica degli istituti di istruzione andrebbe migliorata sull'intero territorio. Se non si raccolgono opportunamente le interessanti novità generate dalla DaD cadrebbe nel vuoto lo sforzo profuso dalle famiglie, dagli alunni, dagli insegnanti e da tutto il personale della scuola. E' positivo aver osservato la reazione quasi immediata da parte di ognuno di non farsi travolgere completamente dalla pandemia. La direzione tracciata ci impone di proseguire con spirito di ricerca e innovazione pretendendo da tutti di svolgere la propria parte.

I nostri canali social
go to top