callhub poster

SMART&Touch-ID: l’HUB per la creazione di sistemi riabilitativi innovativi-SMART, connessi a bisogni e territorio-Touch, individualizzati-ID e sostenibili

  • Abstract

    La mission di SMART&Touch-ID è di rafforzare la dimensione del care riabilitativo entro il paradigma del “Technology-Enabled Smart Healthcare” nel territorio e a domicilio, fornendo nuovi modelli e soluzioni individualizzate. Tale mission si concretizza nell’obiettivo di creare un HUB di riabilitazione, un incubatore tecnologico e aggregatore di competenze e professionalità che supporti l’intero processo di innovazione e di sviluppo di nuove tecnologie: lo SMART&Touch-ID. Il progetto “SMART&Touch-ID” promuove, infatti, le attività di un HUB territoriale virtuoso al servizio del paziente-cittadino per la creazione e validazione di percorsi di cura per le malattie croniche non trasmissibili (NCD, Non-Communicable Diseases) che utilizzino tecnologie abilitanti (SMART) per rispondere ai bisogni di benessere (Touch) e di personalizzazione delle cure (ID).

  • Descrizione

    SMART&Touch prevede la creazione di nuovi modelli di care orientati al benessere e di reti di continuità di cura, che porteranno non solo a rispondere ai bisogni del cittadino ma anche a creare sinergie virtuose tra cittadini, specialisti, medici, pubbliche amministrazioni e comparto industriale nella definizione circolare positiva di bisogni, requisiti funzionali, tecnologie abilitanti e sostenibilità. L’utilizzo delle tecnologie smart è finalizzato a integrare la cura del paziente-cittadino nel suo contesto di vita e nel territorio in cui vive. Le tecnologie innovative saranno, quindi, al servizio del bisogno sociale in una presa in carico continuativa del paziente-cittadino, per potenziarne il benessere e la salute mentale. L’HUB si propone, inoltre, di valutare l’efficacia e la sostenibilità dei modelli di cura implementati con rigorosi processi di misurazione di outcome clinici e gestionali, secondo il paradigma “from volume-to value”. Questo comporterà una valutazione dell’impatto dell’utilizzo della tecnologia abilitante non solo in termini di sostenibilità economica ma anche di efficacia e di impatto positivo sulla risposta al bisogno. Ancorato ai principi di Ricerca e Innovazione Responsabile (RRI), SMART&Touch-ID si propone di colmare il gap tra organismi scientifici e società.

  • Approfondimento tecnico

    In termini di risorse tecnologiche e infrastrutturali l’HUB può avvalersi di importanti dotazioni che andrà ulteriormente a potenziare. ETT ha al suo attivo un portfolio di strumenti multimediali che facilitano  l’interattività e il co-working, oltre a soluzioni per la realtà aumentata e per le esperienze immersive. A essi si integra l’expertise di Open Lab che, con gli Applied Games for Health, settore emergente, è in grado di effettuare il processo di produzione completo, dal game design allo sviluppo applicativo, configurandosi in questo come realtà unica a livello nazionale. UniMiB, con i diversi dipartimenti coinvolti, ha nelle proprie linee strategiche un importante investimento di fondi per l’integrazione delle digital technologies e del IoT con le aziende al servizio dell’industria 4.0. Al proposito, UniMiB è attiva con il progetto “Home of IoT” e metterà a disposizione spazi, infrastrutture e competenze (La Fabbrica digitale, La Robotica 4.0, Big and Open data) anche attraverso lo Showroom Science and Future per lo sviluppo di soluzioni IoT innovative. Per le attività più specifiche di Touch (WP4), UniMiB metterà a disposizione infrastrutture di ricerca in grado di operare in modo innovativo quali il Mind and Behavior Technological Center (MiBTec), uno spazio di recente costituzione con laboratori multi-tematici per elaborare soluzioni di realtà virtuale e realtà aumentata a diversi livelli di immersività. Questo tipo di tecnologie in HUB saranno a servizio della comunicazione e della generazione di interdipendenze tra i vari partner (WP2), ma serviranno anche per ottimizzare le esperienze di riabilitazione al domicilio favorendo l’engagement del paziente e il processo di rilevazione dei bisogni (WP4 e WP5).

     

    È possibile identificare diversi gradi di innovazione assoluta (disruptive innovation) contenuti nella proposta

    progettuale. In primis, SMART&Touch-ID, non limitandosi in partenza a una tecnologia specifica o a un gruppo di tecnologie, potrà ampliare il più possibile i propri orizzonti orientandosi verso i need del paziente-cittadino e del territorio, al fine di ottenere benefici anche a livello di sistema in senso più ampio. L’HUB, infatti, non si porrà unicamente come un incubatore tecnologico, come altri già presenti in Italia, in Europa e nel mondo, ma opererà sul potenziale impatto e gli scenari di sostenibilità della tecnologia una volta che essa sarà inserita all’interno del contesto sanitario. In questo modo si potranno valutare gli impatti reali dell’introduzione della tecnologia riabilitativa. La centralità dell'HUB nel rispondere a questo obiettivo strategico di concentratore e di facilitatore delle relazioni ai fini del processo di innovazione sarà valutata mediante indicatori mutuati dall’analisi dei network. Fra di essi, di particolare rilievo è l’indicatore di attrattività (il numero di “nodi” connessi all'HUB, denominato “node degree”), che indicherà il numero di aziende o istituzioni che entreranno a far parte della rete e colloquieranno con essa.

  • Highlight

    La proposta SMART-Touch-ID è in grado di fornire un considerevole contributo alla trasformazione digitale

    nell’ambito sanitario, incrementando significativamente il livello di digitalizzazione in sanità, processo già in atto nel settore, ma che sta avvenendo secondo un approccio di tipo bottom-up, spesso in un contesto di mancanza di una visione complessiva a livello di Sistema.

     

    Il coinvolgimento dei cittadini in SMART&Touch-ID è configurato non come “sostegno” alle attività dell’HUB, ma come elemento costitutivo del processo stesso di funzionamento dell’infrastruttura, in ordine alla quale saranno disegnate e realizzate azioni mirate di partecipazione pertinenti alle quattro macro-fasi del suo sviluppo nel tempo.

  • Impatto territoriale

    Il progetto è centrato sulla trasformazione digitale di servizi e ambienti sul territorio Lombardo. L’area geografica su cui maggiormente insisteranno gli interventi di progetto - che pure intende aver un respiro nazionale, europeo e internazionale - è composta dalle seguenti province: 

    • Bergamo
    • Brescia
    • Milano
    • Varese

  • Impatto S3

    SMART CITIES & COMMUNITIES

    SCC6 Smart Healthcare

    IS4.1 Sviluppo di dispositivi, sistemi, anche ICT, e/o metodi innovativi per la riabilitazione neurocognitiva e/o Neuromotoria

    L’HUB come incubatore di tecnologie smart per la riabilitazione territoriale delle NCD, con le modalità e i processi definiti in precedenza, è valido a livello competitivo del sistema e per l’avanzamento tecnologico di quanto oggi a disposizione, in coerenza con quanto espresso nella S3. A livello di competitività, SMART&Touch-ID è un “ecosistema” con molte competenze sinergiche, un contesto abilitante, stimolante, sicuro, ove sviluppare idee innovative, che incontrano la domanda poiché basate su individualizzazione dei need emergenti dei cittadini con NCD. Il sistema competitivo trae beneficio, poiché l’HUB è in grado di sostenere la nascita di start-up e industrie emergenti, capaci di competere sul mercato e generare occupazione a livello locale.

  • Ambito europeo

    Le attività del progetto sono collegabili a quelle relative all’ambito Health, in particolare alle call “Better Health and care, economic growth and sustainable health system, all’interno del Workprogramme n. 8, “Health, demographic change and wellbeing”.

LOGO DEL PROGETTO
  • SMART&Touch-ID: l’HUB per la creazione di sistemi riabilitativi innovativi-SMART, connessi a bisogni e territorio-Touch, individualizzati-ID e sostenibili

  • Acronimo
    SMART&Touch-ID
  • Ecosistemi
    • Salute e life science
  • Numero componenti team
    89
  • Keyword
    Salute, medicina personalizzata, malattie croniche, care domiciliare, sostenibilità, benessere, paziente-cittadino, nuove tecnologie, digital technology, IoT, applied games, realtà aumentata, realtà virtuale
  • Valore economico progetto
    6.647.699,00 €

    Valore economico finanziamento
    2.914.253,54 €
  • Partner
    - ASTIR S.R.L. - UNIVERSITÀ' CARLO CATTANEO - LIUC - ETT S.P.A. - UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA - ENTE MORALE PROVINCIA LOMBARDO VENETA DELL’ORDINE OSPEDALIERO DI S.GIOVANNI DI DIO - FATEBENEFRATELLI - OPEN LAB S.R.L.

    Capofila
    Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus

Commenti

Paolo Barbanti

Buongiorno mi piacerebbe potervi incontrare perchè ritengo che il vostro progetto contenga elementi interessanti per collaborazioni internazionali

18/07/2020 06:56

go to top