callhub poster

Circular Economy for Water and Energy

  • Abstract

    Il progetto ha l’obiettivo di implementare il concetto di economia circolare al ciclo idrico integrato, dove l’acqua entra come materia di lavorazione ed escono diversi prodotti riutilizzabili sul mercato, sviluppando allo stesso tempo buone pratiche e processi in grado di valorizzare, soprattutto dal punto di vista energetico, i suoi prodotti di scarto.

  • Descrizione

    Gli studi sono focalizzati sullo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, dal punto di vista ambientale, per la gestione dell’acqua e per il monitoraggio del suo ciclo, nonché per la fornitura di energia attraverso lo studio di soluzioni innovative per la valorizzazione di materiali di scarto con un’impostazione di economia circolare. Le innovazioni attese si riferiscono alla messa a punto di procedure d’analisi e modelli numerici per la mappatura capillare degli agenti inquinanti emergenti particolarmente dannosi per la salute umana, nonché per prevedere le variazioni del ciclo dell’acqua in risposta ai diversi scenari climatici, in base alla modellizzazione del comportamento dell’interfaccia fisica-chimica-biologica costituita dal suolo.

  • Approfondimento tecnico

    Il progetto prevede una raccolta ed analisi dati pregressi, verrà inoltre implementata la ricerca e l’ identificazione di funghi presenti in vasche di depurazione dei reflui urbani e selezione di ceppi; integrazione con ceppi fungini della collezione di ricerca del Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente dell’Università di Pavia, nell’ottica di ingegnerizzazione, in laboratorio, mediante tecniche di biologia sintetica di ceppi batterici per la produzione di proteine/biopolimeri assorbente. Sarà inoltre sviluppata un’analisi sui metalli pesanti al fine di selezionare ceppi fungini in grado di trattenere metalli pesanti, in particolare nichel per la creazione di membrane atte a trattenere metalli pesanti nel fango. Verranno effettuate anche rilevazione delle caratteristiche superficiali spettrali con tecniche di proximal e remote sensing ed è prevista la messa a punto di modelli per la simulazione dei processi attivi nel suolo (e.g.: Idrologia suolo, erosione suolo, stabilità versante…etc.. biodiversità, processi bio-chimici) E’ inoltre prevista la derivazione di algoritmi tipo pedo transfer functions per dedurre informazioni sui processi pedogenetici rilevanti e il loro utilizzo per il ricavo di dati sintetici per la fase modellistica, la calibrazione e valutazione di modelli di simulazione (erosione suolo e idrologia del suolo) Elemento fondamentale sarà anche lo sviluppo di un processo di produzione di mono/digliceridi naturali arricchiti di acidi grassi poli-insaturi da oli provenienti da scarti, nonché lo sviluppo di un processo di produzione di bioetanolo da scarti caseari. Verrà infine sviluppato un processo di produzione di γ-PGA da scarti glicerolo grezzo, nonché un processo di digestione anaerobica di rifiuti organici per la produzione di biogas e digestato, da utilizzare per HTC: studio del biochar come catalizzatore. 

  • Highlight

    Le innovazioni attese in CE4WE si riferiscono alla messa a punto di procedure d’analisi e modelli numerici per la mappatura capillare degli agenti inquinanti emergenti particolarmente dannosi per la salute umana, nonché per prevedere le variazioni del ciclo dell’acqua in risposta ai diversi scenari climatici, in base alla modellizzazione del comportamento dell’interfaccia fisica-chimica-biologica costituita dal suolo.

  • Impatto territoriale

    Il progetto è di fatto incentrato sulla trasformazione digitale di servizi e ambienti sul territorio Lombardo. L’area geografica di focalizzazione del progetto che pure intende aver un respiro nazione, europeo e internazionale, su cui insiste e/o dovrà insistere l’intervento è composta dalle seguenti province: 

    • Brescia
    • Como
    • Milano
    • Monza e della Brianza
    • Pavia
    • Varese

  • Impatto S3

    Il progetto si inserisce nell’Area di Specializzazione (AdS) S3 di Regione ed Ecoindustria, con particolare attenzione agli ambiti rivolti ai settori Energia e cleantech e chimica verde per la riduzione dell’impatto ambientale in una logica di Economia Circolare nello specifico nei settori di Smart Cities e Communities. 

    CE4WE mira a sviluppare nuove tecnologie sostenibili dal punto di vista ambientale per la gestione dell’acqua e per il monitoraggio del suo ciclo, per la fornitura di energia attraverso lo studio di soluzioni innovative per la valorizzazione dei materiali di scarto con un’impostazione di economia circolare mirata a rendere i processi più accessibili e mettere a punto la loro realizzazione industriale 

  • Ambito europeo

    Le attività del progetto sono facilmente collegabili a quelle relative al filone dell’economia circolare, in particolare alla call “Greening the economy in line with the Sustainable Development Goals (SDGs)” all’interno del Workprogramme numero 12, “Climate action, environment, resource efficiency and raw materials”.

LOGO DEL PROGETTO
  • Circular Economy for Water and Energy

  • Acronimo
    CE4WE
  • Ecosistemi
    • Sostenibilità
  • Numero componenti team
    104
  • Keyword
    Economia circolare, ciclo idrico integrato, acqua, energia, clima, materiali di scarto, inquinamento, salute, suolo, biogas, rifiuti
  • Valore economico progetto
    8.133.660,20 €

    Valore economico finanziamento
    3.316.803,27 €
  • Partner
    - MOGU S.R.L. - NEORURALEHUB S.R.L. - ENI S.P.A. - CAP HOLDING S.P.A. - A2A CICLO IDRICO S.P.A.

    Capofila
    Università degli Studi di Pavia
go to top