callhub poster

HUman-oriented MANufacturing Solutions

  • Abstract

    HUMANS Hub propone un percorso di sviluppo tecnologico ritagliato sui bisogni e sui problemi che contraddistinguono l’odierna funzione che l’uomo ricopre nei sistemi produttivi. Saranno sviluppate tecniche e strategie per la gestione e la condivisione dei dati, traducendo le informazioni in qualcosa di immediato per l’utente; così come tecniche per l’inserimento di intelligenza artificiale nelle macchine, rendendole in grado di apprendere e adattarsi al contesto operativo per creare ciò che si definisce un Operatore Virtuale. Tale funzionalità sarà cardine dell’interazione tra uomo e macchina, permettendo a quest’ultima di tradurre il proprio stato in un linguaggio umano e di ricevere informazioni dall’utente per imparare e, eventualmente, insegnare. Questa infrastruttura di relazione tra uomo e macchina verrà infine consolidata verso l’esterno dall’Hub, a testimonianza dello sviluppo human-centered e in sinergia con tutti gli stakeholder dell’innovazione, allo scopo di formare ed informare.

  • Descrizione

    Il progetto intende sviluppare un Hub territoriale stabile che permetta la creazione di una forma innovativa di partenariato pubblico-privato, che sia un luogo di crescita aziendale e di apprendimento interaziendale, in sinergia con il mondo della ricerca e dell’istruzione. Attraverso strumenti quali seminari tecnici, scambio di best practice, condivisione di metodi di lavoro, sarà diffusa la cultura human-centered dell’Industria 4.0 al sistema delle MPMI territoriali. Il primo pilastro è quello della struttura e dei servizi offerti dall’Hub, che sarà dotato di equipaggiamenti per lo sviluppo di laboratori congiunti dove sperimentare nuove tecnologie e creare nuove competenze, facilitando il reclutamento e la formazione del personale; oltre ad essere un’occasione di confronto diretto tra realtà simili e operanti in settori affini ed un momento di coinvolgimento di startup innovative. L’estensione a differenti settori fortemente connessi con il territorio consentirà una contaminazione tecnologica che porterà a condividere soluzioni tra filiere differenti attraverso la sensibilizzazione e dimostrazioni pratiche. Il secondo pilastro dell’Hub riguarda l’interazione con il mondo dell’istruzione che sarà una fondamentale guida scientifica per la creazione di abilità specifiche anche grazie alla possibilità di declinare l’offerta formativa verso le reali richieste del mondo industriale che potranno essere raccolte e formalizzate all’interno dell’Hub. Il terzo pilastro riguarda le attività di ricerca e sviluppo che daranno vita a questo intervento grazie, principalmente, alle tecnologie abilitanti dell’Industria 4.0 che verranno declinate nelle diverse attività previste. Il progetto interverrà infatti nell’infrastruttura informatica a livello di fabbrica, andando a connettere tutti gli utenti aziendali, dall’operatore di macchina fino al top management, con le “intelligenze artificiali” disponibili, dall’identificazione dell’usura utensile fino al calcolo degli indicatori globali, per una totale condivisione delle informazioni che permetterà un continuo incremento di tutti gli indici prestazionali, una sempre crescente competenza degli operatori e crei un ambiente in cui l’automazione sia in grado di auto-migliorarsi attraverso opportune soluzioni hardware/software che si integrano a livello di singola linea produttiva e di macchina.

  • Approfondimento tecnico

    Il partenariato mette a disposizione per il progetto un’ampia gamma di strumenti di misura, strumentazione tecnica, macchinari e software progettazione, produzione, testing, monitoraggio e controllo necessari allo svolgimento delle attività. MUSP mette a disposizione una versione prototipale di piattaforma per il monitoraggio avanzato, costituita dai sistemi di acquisizione dati, elaborazione desktop, Real-Time e FPGA (CompactRIO e PXI). Questa piattaforma sarà la base per la creazione dell’operatore virtuale nella sua versione generalizzata e con funzionalità specifiche per i casi studio. Oltre a questo, MUSP offre tutti gli strumenti di misura disponibili (accelerometri, martelli strumentati, termocoppie, misuratori di pressione e di flusso, estensimetri, ecc.) per l’analisi dei processi e lo sviluppo di soluzioni di automatizzazione. Si prevede di acquisire strumentazione per l’evoluzione della piattaforma e relativo software di programmazione per le figure tecniche coinvolte Allo stesso modo, il partner ActOR sarà fondamentale per la presenza della piattaforma di Decision Science sviluppata internamente, che prende il nome di Suite Bloomy Decision Platform (sviluppata con tecnologia Java) e ha funzionalità multi-analitiche. Tale piatta forma sarà la base per la definizione di strumenti analitici che saranno declinati in una serie di moduli che risponderanno alle esigenze ed ai processi specifici dei singoli partner e attività progettuali. All'interno delle sedi dei diversi partner (Aiolfi, Balance e RME), sono presenti centri di lavoro a controllo numerico, numerose macchine utensili, quali torni a controllo numerico, alesatrici, macchine per la rettifica e macchine per il presetting, forni a convezione forzata, ecc. Concludono la dotazione diversi banchi prova: flussaggio, dinamometrico-freno a correnti parassite e dinamometrico accelerativo a rulli. Questi macchinari verranno impiegati nelle attività progettuali a diverso scopo; ad es.: saranno oggetto di analisi quindi verranno strumentati ed utilizzati per lo sviluppo di strategie di monitoraggio a scopi manutentivi, controllo di processo e inferenza per l’Operatore Virtuale.

  • Highlight

    L’Hub prevede un investimento in relazioni internazionali, con in particolare un benchmark in sinergia con Istituti esteri e Cluster europei. È prevista inoltre un’azione di collaborazione nell’ETP – European Technology Platform MANUFUTURE, piattaforma strategica per massimizzare la visibilità di settore e ad alto contenuto scientifico e tecnologico.

  • Impatto territoriale

    Rispetto all’investimento in DOTAZIONI TERRITORIALI, il progetto HUB interviene con una prima completa ricognizione e, successivamente, l’incremento delle dotazioni strumentali e laboratoriali, nonché di infrastrutture digitali cloud. È prevista la sistemazione di un LUOGO FISICO di apprendimento e sperimentazione con gestione in capo a REI e di impatto permanente, a beneficio trasversale (ci si ispira da anni al Consorzio Intellimech, fondato tra gli altri dall’azienda Balance). Il luogo fisico favorirà lo sviluppo sperimentale e la valorizzazione di nuove soluzioni tecnologiche (anche insieme alle Startup), con un modello di “sharing” delle tecnologie. La location deputata a questo “LABORATORIO CONGIUNTO” è il sito universitario cremasco (10.000mq), oggi in corso di svuotamento a seguito del ritorno su Milano del Dip. di Informatica di UNIMI e relativa Facoltà. In questo spazio nascerà, oltre a HUMANS HUB, il Centro di Ricerca di Matematica Applicata con cui è prevista in via naturale e da subito una forte sinergia. È sempre qui che il partner ACTOR aprirà una sua nuova unità operativa, assumendo grazie al progetto HUB nuovi ricercatori e neolaureati. In questa sede avranno la possibilità di re-inserirsi laureati che attualmente lavorano presso Università estere svolgendo attività di R&S (con cui esistono già accordi), azione efficace contro il brain-drain che diventa brain-exchange. 

     

    Il progetto è di fatto incentrato sulla trasformazione digitale di servizi e ambienti sul territorio Lombardo. L’area geografica di focalizzazione del progetto che pure intende aver un respiro nazione, europeo e internazionale, su cui insiste e/o dovrà insistere l’intervento è composta dalle seguenti province: 

    • Brescia
    • Cremona
    • Milano
    • Varese

  • Impatto S3

    MANIFATTURIERO AVANZATO

    MA2 Sistemi di produzione evolutivi e adattativi

    MA2.4 Soluzioni per la raccolta e l'analisi dei dati a supporto alle decisioni degli operatori umani nelle fasi di

    decisione in tempo reale a tutti i livelli (ad esempio, soluzioni per la memorizzazione, l'analisi, la presentazione e la fruizione interattiva delle informazioni e dei dati di fabbrica)

    Rispetto alla Strategia di Specializzazione Intelligente che Regione Lombardia si è prefissata, questo progetto si colloca nella Macro-tematica MA2 – Sistemi di produzione evolutivi e adattativi e nello specifico nel tema di sviluppo MA2.4, che riguarda “soluzioni per la raccolta e l’analisi dei dati a supporto delle decisioni degli operatori umani nelle fasi di decisione in tempo reale a tutti i livelli”. È fondamentale precisare che la scelta della tematica su cui focalizzarsi e della tipologia di attività di RI e SS del progetto HUMANS HUB sono ricadute sul tema 2.4 a seguito di attenta indagine e mappatura delle progettualità in grado di alimentare le capacità distintive del manifatturiero lombardo, da un lato, e dalla ricognizione dei servizi esistenti (ma soprattutto mancanti) dall’altro.

  • Ambito europeo

    Le attività del progetto sono collegabili a quelle relative all’ambito Industry 4.0, in particolare alle call “Transforming European Industry”, all’interno del Workprogramme n. 5.ii. “Nanotechnologies, Advanced Materials, Biotechnology and Advanced Manufacturing and Processing”

LOGO DEL PROGETTO
  • HUman-oriented MANufacturing Solutions

  • Acronimo
    HUMANS Hub
  • Ecosistemi
    • Manifattura avanzata
  • Numero componenti team
    55
  • Keyword
    Operatore Virtuale, industria 4.0, intelligenza artificiale, manifattura, nuovi sistemi produttivi, piattaforme tecnologiche, linguaggio human-centered, network, human-machine interaction, startup, sharing knowledge, analytics, learning
  • Valore economico progetto
    7.703.807,10 €

    Valore economico finanziamento
    4.137.512,00 €
  • Partner
    CONSORZIO MUSP OFFICINE AIOLFI S.R.L. ROBBY MOTO ENGINEERING S.R.L. ACT OPERATIONS RESEARCH IT S.R.L. BALANCE SYSTEMS S.R.L.

    Capofila
    REI - Reindustria Innovazione
go to top