callhub poster

Innovation Hub & Living Lab Network on Artificial Intelligence for Smart & Connected Cities

  • Abstract

    Il progetto SCC Hub & Living Lab Network si propone di realizzare un Innovation Hub e una rete di Living Lab associati col duplice fine di: a) raccogliere dati quantitativamente e qualitativamente validi per l’addestramento di sistemi complessi, basati in particolare su A.I., abilitando un ecosistema di startup e PMI (anche esterne al progetto) allo sviluppo di nuove soluzioni per le Smart City; b) progettare, sviluppare e validare in larga scala, tramite Pilots, soluzioni in grado di assistere il cittadino a elevare la propria qualità della vita in una società e in ambienti urbani in continuo cambiamento.

  • Descrizione

    Il Progetto presenta sostanzialmente 3 punti di innovazione assoluta rispetto allo stato dell’arte: Il primo è portato dal fatto di creare un ambiente favorevole alla raccolta di dati di qualità sufficientemente elevata ad addestrare algoritmi di intelligenza artificiale, che potrebbero portare un reale valore nella vita dei cittadini. La maggior parte, se non tutti i sistemi attuali, basati su intelligenza artificiale, soffrono infatti del grande problema della qualità dei dati di training della parte algoritmica. Esistono infatti 2 principali categorie di dataset, che vengono utilizzate per l’addestramento degli algoritmi di machine learning: quella dei dati creati “in laboratorio”, che soffre quindi di un problema di artificiosità, e quindi spesso non in grado di rappresentare situazioni reali, e quelli derivanti da situazioni “wild”, dove i dati vengono intercettati a livello applicativo dal reale utilizzo del sistema. L’approccio Living Lab alla generazione del dataset di training si propone proprio di superare questo genere di problematiche, garantendo da una parte affidabilità delle informazioni, dall’altra il fatto che questi dati siano generati in situazioni quanto più prossime a quelle reali, per permettere ai modelli di training di raggiungere dei livelli di “accuracy” più elevati. Il secondo punto di innovazione è quello di creare una piattaforma capace, da un lato raccogliere dati da fonti eterogenee complesse in espansione legate all’aumento dei living lab aderenti, dall’altro permettere il deployment di algoritmi di A.I. di terze parti e fare in modo che questi lavorino sui dati degli utenti del living lab in maniera privacy-compliant, affinché possano produrre modelli algoritmici istanziabili nei casi d’uso reali. 

  • Approfondimento tecnico

    I principali risultati tecnologici del progetto saranno la piattaforma tecnologica per la gestione della raccolta dati all’interno dei LL e per lo sviluppo degli algoritmi di Intelligenza Artificiale – A.I. (che verrà descritta nella sezione relativa alle componenti infrastrutturali) i moduli di A.I. e i servizi sviluppati nei Pilot di progetto afferenti ai Chapter Health e Wellbeing, primi Chapter di sviluppo dell’Innovation Hub. Le soluzioni e i servizi sviluppati all’interno dei Pilot avranno la caratteristica di essere di semplice interazione (utilizzo di tecnologie chatbot), ma saranno tutti basati su complessi algoritmi di intelligenza artificiale, elaborati anch’essi nel corso del progetto, capaci di valutare molteplici aspetti (soprattutto cognitivi) relativi al miglioramento della qualità della vita dei cittadini. La qualità della vita sarà infatti il leitmotiv di ogni Chapter dell’Innovation Hub, compresi quelli che verranno definiti e realizzati successivamente alla fine del progetto (in accordo col piano di sostenibilità dell’Innovation Hub stesso). I Pilot che verranno progettati e sviluppati durante il progetto prevedono diversi scenari. 

    Home Automation & Assisted Living for Active Aging: integrazione di servizi di monitoraggio di soggetti anziani (es. tramite un pigiama sensorizzato) con i servizi resi disponibili dagli impianti di home automation al fine di facilitare la vita indipendente e la connessione con i servizi urbani relativi alla salute e al benessere (ospedali, farmacie, medicine delivery, massaggi e servizi benessere a domicilio).

    Genomics & Nutrition: l’utilizzo delle informazioni del profilo genetico, del microbiota, degli stili di vita per implementare servizi volti al miglioramento delle abitudini alimentari anche in connessione con i servizi urbani di food delivery e di ristorazione. 

    Preventative Medicine: utilizzo dei profili cognitivo, dello stato di salute e di attività ed eventi cittadini per offrire suggerimenti relativi allo svolgimento di attività fisica e di miglioramento dello stile di vita in termini di medicina preventiva. 

    Outdoor Activities and city walkability for young students: affrontare il problema della “camminabilità” delle città unendo i dati del profilo salute, degli stili di vita, della geolocalizzazione con quelli di qualità dell’aria, sicurezza, trasporti, attività ed eventi cittadini per poter offrire suggerimenti sui percorsi urbani più adeguati. 

    Women Safety: questo servizio intende sfruttare il potenziale del 5G nella fase di elaborazione real-time delle immagini e della sensoristica indossabile per migliorare i sistemi di sicurezza pubblica urbani e delle abitazioni. 

    Benessere Cognitivo e Corporate Welfare: servizi volti al miglioramento degli stili di vita nel contesto lavorativo e delle performance lavorative, anche tramite suggerimenti personalizzati per lo svolgimento di attività ludiche volte a favorire il recupero dallo stress. 

    Safety & Sustainability @Home: servizio per il miglioramento della sicurezza e del comfort all’interno delle abitazioni. 

    Urban Analitycs for Wellbeing Planning: questo servizio vuole sfruttare le informazioni relative alla sicurezza degli edifici e al confort degli ambienti di vita per offrire ai progettisti e alle pubbliche amministrazioni uno strumento di programmazione urbana capace di avere il benessere del cittadino come primo parametro di riferimento.

  • Highlight

    Il progetto SCC Innovation Hub e Living Lab Network è certamente un progetto di innovazione sociale e trasformazione digitale. Infatti tutto il progetto è centrato sullo sviluppo di soluzioni tecnologiche, ad uso anche delle fasce più deboli della popolazione quali i cittadini anziani, di uso comune volte al miglioramento della qualità della vita, capaci di considerare la complessità dei luoghi fisici e la trasformazione che la tecnologia sta portando nelle Smart Cities.

  • Impatto territoriale

    Il progetto è di fatto incentrato sulla trasformazione digitale di servizi e ambienti sul territorio Lombardo. L’area geografica di focalizzazione del progetto che pure intende aver un respiro nazione, europeo e internazionale, su cui insiste e/o dovrà insistere l’intervento è composta dalle seguenti province: 

    • Bergamo
    • Brescia
    • Como
    • Cremona
    • Lecco
    • Lodi
    • Mantova
    • Milano
    • Monza e della Brianza
    • Pavia
    • Sondrio
    • Varese

  • Impatto S3

    SMART CITIES & COMMUNITIES

    SCC1 Smart Living

    MA4.1 Sviluppo di tecnologie e/o soluzioni ICT per la progettazione e la produzione di soluzioni personalizzate attraverso l'acquisizione automatica dei dati individuali

    E’ difficile connotare il progetto SCC Hub e Living Lab Network in un’unica macrotematica e in un unico tema di sviluppo. E’ certamente un progetto nell’area di specializzazione Smart Cities & Communities, perchè il progetto ha come fine ultimo la qualità della vita dei cittadini. Viene connotato nel Tema di Sviluppo del MA4.1 Sviluppo di tecnologie e/o soluzioni ICT per la progettazione e la produzione di soluzioni personalizzate attraverso l'acquisizione automatica dei dati individuali, perché in effetti il punto chiave di tutto il progetto è che con i dati acquisiti, tramite la metodologia dei Living Lab, si possa contribuire allo sviluppo di soluzioni tecnologiche realmente capaci di risolvere le sfide sulla qualità della vita in contesti urbani, ma più in generale territoriali, in continuo cambiamento. E’ però limitativo collocarlo nella sola Macrotematica dello Smart Living, perchè se da un lato è vero che i primi due Chapter che verranno sviluppati all’interno del progetto riguardano Health e Wellbeing è anche vero che tutte le altre aree della lettura trasversale SCC della DGR 1051/2013 e s.m.i. sono toccate dal progetto. E’ infatti parte fondamentale del progetto la macrotematica SCC8 sulle Piattaforme di City Information e Urban Analytics così come la macrotematica SCC2 Infrastrutture, reti e costruzioni intelligenti, toccata prevalentemente nel Living Lab di UniBG. La macrotematica SCC3 Sicurezza del cittadino e della comunità, è sviluppata nel Pilot di Women Safety e la SCC4 Inclusione sociale e lavorativa nel Pilot sul welfare aziendale. L’SCC6 Smart Healthcare, vede addirittura un pilot dedicato ad aspetti che coprono diverse sottoaree: IS1.1 Sviluppo di applicazioni tecnologiche, anche con tecnologie ICT, innovative per realizzare nuovi ambienti domestici e lavorativi più accoglienti, sicuri e accessibili per migliorare lo stato di benessere delle persone, con particolare attenzione agli anziani e ai disabili IS1.3 Sviluppo di tecnologie, prodotti e servizi innovativi per facilitare l'autogestione della salute, il benessere e la cura della persona IS2.1 Sviluppo di tecnologie indossabili e di sistemi di assistenza remota per il monitoraggio dello stato del soggetto a rischio IS2.5 Sviluppo di strumenti innovativi per il controllo dei fattori di rischio per la prevenzione di obesità e ipertensione infantile e giovanile IS2.6 Sviluppo di strumenti innovativi per la diagnostica personale e/o il miglioramento degli stili di vita IS3.2 Sviluppo di applicazioni ICT a supporto della valorizzazione e controllo di percorsi di continuità di cura misurabili e confrontabili IS3.5 Sviluppo di sistemi ICT di valutazione e/o di stimolazione di capacità cognitive IS3.6 Sviluppo di sistemi innovativi per la valutazione e/o di stimolazione di capacità motorie IS3.7 Sviluppo di dispositivi innovativi per un supporto continuo, misurabile e ottimizzato di pazienti.

  • Ambito europeo

    Le attività del progetto sono collegabili a quelle relative al filone ICT, in particolare alla call “Digitalization and trasforming European industry and services: digital innovation hubs and platform” all’interno del Workprogramme n. 5.i.  “Information and Communication Technologies”.

LOGO DEL PROGETTO
  • Innovation Hub & Living Lab Network on Artificial Intelligence for Smart & Connected Cities

  • Acronimo
    SCC Innovation Hub & Living Lab Network
  • Ecosistemi
    • Connettività e informazione
  • Numero componenti team
    66
  • Keyword
    Intelligenza artificiale, ambienti urbani, IoT, piattaforma tecnologica, home automation, anziani, salute, innovazione sociale, Start-up, Smart cities, analisi dati.
  • Valore economico progetto
    9.898.982,26 €

    Valore economico finanziamento
    4.994.180,17 €
  • Partner
    - UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO - ITALTEL S.P.A. - SANTER REPLY S.P.A. - COMFTECH S.R.L. - MARLEGNO S.R.L. TECNOLOGIE DEL LEGNO - OROBIX S.R.L. - ARIES MORE S.R.L.

    Capofila
    Mediaclinics srl
go to top