callhub poster

Smart and Advanced Multitenants Building Automation

  • Abstract

    Il Progetto SAMBA intende sviluppare un’applicazione nuova e di particolare rilevanza, una soluzione tecnologica appropriata al contesto italiano e lombardo caratterizzato dal rapporto tra storia-tradizione da una parte e innovazione e digitale dall’altra: una piattaforma di controllo di edifici esistenti che possono essere trasformati in smart building con impatti potenziali enormi.

  • Descrizione

    Il progetto SAMBA prevede la realizzazione di un'unica piattaforma condivisa e integrata per la gestione completa di interfacce di sistemi meccanici e impianti di edifici esistenti multi tenants, al fine di accedere a dati energetici, di utilizzo degli spazi, garantire il comfort delle persone, creare ecosistemi virtuali collaborativi e innovativi, implementare strategie accurate di monitoraggio degli edifici. La gestione di edifici multi-utilizzatori richiede lo sviluppo di tecnologie ad hoc in grado di garantire sicurezza e gestione ottimale di spazi, servizi e impianti e in grado di seguire la dinamica flessibile degli utilizzatori. La soluzione proposta dal progetto permetterebbe l’automazione e l’efficientamento delle funzioni dell’edificio, facendolo divenire un ecosistema di dispositivi e impianti tra loro connessi, attraverso tecnologie non invasive e applicabili a edifici esistenti, con soluzioni economiche a basso impatto e massima resa a livello di prestazioni. SAMBA prevede le seguenti azioni specifiche: la realizzazione della rete sensoriale dotata di varie tecnologie e dispositivi (tra cui AGEduino del partner Agevoluzione), della progettazione di intelligenza artificiale, machine learning e reti neurali per applicazione EDGE orientate all’ottimizzazione dei dati e del filtraggio degli ambienti monitorati; la definizione della sicurezza degli edifici e dei luoghi di lavoro attraverso un’attività di valutazione della vulnerabilità degli elementi non strutturali; l’integrazione tra i vari sistemi del building ergonomizzando il controllo in una interfaccia utente.

  • Approfondimento tecnico

    Il progetto SAMBA è il risultato di tecnologie e innovazioni di settori differenti che vengono integrate per perseguire un obiettivo di miglioramento sociale, abitativo e umano. L’innovazione può essere ricondotta a 3 ambiti: A) Evoluzione del concetto di Machine Learning in Building Behaviour Learning B) Integrazione tra tecnologie esistenti e sviluppo di interfacce ad hoc C) Modellizzazione del building come piattaforma intuitiva di controllo, ossia accesso ai principali dati di utilizzo dell’edificio mediante digital twin - simulazione virtuale degli spazi e degli oggetti dell’edificio attraverso ricostruzioni 3D digitali interattive. A) L’innovazione assoluta di questo progetto riguarda la realizzazione di un sistema in grado di fare auto apprendimento sulla fruizione dei locali di un edificio esistente e modellizzarne il comportamento tramite intelligenza artificiale in modo da poterne ottimizzare la sua gestione. In pratica si fa evolvere il concetto di Machine Learning in Building Behaviour Learning. L’edificio sarà in grado quindi di attivare le proprie utility (luci, riscaldamento, raffrescamento, sicurezza, accessi) in modo predittivo e fornendo agli utenti fruitori dei locali il massimo comfort ambientale e di utilizzo della struttura. Maggiore efficienza, stabilità economica, ottimizzazione dell’energia, mobilità interna intelligente, tutela ambientale, aumento della produttività e miglioramento del comfort, grazie a tecnologie basate su sensori di ultima generazione IoT e alla rete 5G. L’intelligenza artificiale consentirà di avere un sistema molto reattivo direttamente in campo, permettendo di attivare azioni e comandi in caso di malfunzionamenti, eventi pericolosi o allarmi. B) SAMBA è un progetto innovativo anche perché intende integrare i vari sistemi e impianti del building ergonomizzando il controllo in una interfaccia utente user friendly che tenga conto di flessibilità, connettività e controllo in una logica di open innovation e approccio incrementale (implementando tecnologie e soluzioni di terze parti in qualunque momento). C) In contesti come i coworking, ma non limitatamente a questi, e comunque in tutti i casi ove si realizzi un significativo susseguirsi e alternarsi di utenze e realtà professionali differenti, risulta fondamentale limitare le tempistiche di formazione dei fruitori dell’edificio, sia per quel che concerne l’apprendimento delle funzionalità quotidiane che per gli aspetti legati alla sicurezza dei lavoratori in caso di eventi critici. La modellazione del digital twin consente una simulazione virtuale che mediante numerose possibili interazioni riduce la percezione del distaccamento tra realtà fisica e entità digitale. Il gemello digitale non è una semplice rappresentazione geometrica ma è una riproduzione delle logiche di funzionamento del bene edilizio quali il suo comportamento strutturale o i processi di mantenimento e delle logiche di fruizione dello stesso da parte delle utenze. Il progetto di Ricerca SAMBA permetterebbe l’automazione e l’efficientamento delle funzioni dell’edificio, facendolo divenire un ecosistema complesso/una rete neurale di dispositivi e impianti tra loro connessi, attraverso tecnologie non invasive (IoT Technologies) e applicabili a edifici esistenti, con soluzioni economiche a basso impatto e massima resa a livello di prestazioni. Una innovazione di rilievo perché basata sul 5G e sull’applicazione a basso costo di tecnologie digitali al patrimonio edilizio storico, che in Lombardia e in Italia rappresenta la stragrande maggioranza degli edifici esistenti, per conseguire obiettivi sociali, ambientali e produttivi: una soluzione tecnologica “appropriata” al contesto italiano e lombardo, caratterizzato dal necessario incontro tra storia e tradizione da una parte e innovazione e digitale dall’altra.

  • Highlight

    Il progetto si inserisce in una logica di digital transformation che vede, grazie alle nuove tecnologie, la rivisitazione dei processi lavorativi garantendo trasparenza nella fruizione dei servizi, condivisione di spazi e risorse (umane, materiali, intellettuali, economiche), nuovi ambiti di inclusione e contribuendo a un miglioramento della qualità della vita lavorativa e quindi della sostenibilità sociale. Analogamente sul piano energetico le tecnologie possono contribuire in maniera sostanziale al processo di efficientamento degli spazi lavorativi, favorendo maggiore sostenibilità nell’utilizzo delle risorse, con conseguenti vantaggi rispetto alla salvaguardia dell’ambiente e maggiori garanzie circa lo stato di salute della struttura.

  • Impatto territoriale

    Il progetto è di fatto incentrato sulla trasformazione digitale di servizi e ambienti sul territorio Lombardo. L’area geografica di focalizzazione del progetto che pure intende aver un respiro nazione, europeo e internazionale, su cui insiste e/o dovrà insistere l’intervento è composta dalle seguenti province:

    • Milano (per la ricerca e la sperimentazione sul building)
    • Pavia (per la ricerca e sviluppo di alcuni sensori)

  • Impatto S3

    SMART CITIES & COMMUNITIES

    SCC1 Smart Living

    IS1.1 Sviluppo di applicazioni tecnologiche, anche con tecnologie ICT, innovative per realizzare nuovi ambienti domestici e lavorativi più accoglienti, sicuri e accessibili per migliorare lo stato di benessere delle persone, con particolare attenzione agli anziani e ai disabili.

    Da un punto di vista tecnologico il progetto va nella direzione dell’aumento delle competitività e del livello di avanzamento tecnologico dei proponenti in prima battuta e di un auspicabile effetto volano sulle altre imprese interessate alla commercializzazione di differenti tipologie di elementi tecnologicamente innovativi. La stretta collaborazione tra centri di ricerca e aziende che emerge nella descrizione delle attività e dei partner, consente di ridurre il gap tra ricerca pubblica e innovazione industriale tramite una partecipazione attiva, di tutti i soggetti coinvolti, in ogni fase del progetto. Quanto detto si ritiene di fondamentale importanza per garantire l’efficacia dei prodotti attesi a partire dal concept dell’idea fino alla definizione delle applicazioni di mercato. Si prevede di conseguenza un trasferimento del know how tra gli enti di ricerca e le aziende coinvolte.

  • Ambito europeo

    Le attività del progetto sono collegabili a quelle relative all’ambito Industry 4.0, in particolare alle call “Transforming European Industry”, all’interno del Workprogramme n. 5.ii. “Nanotechnologies, Advanced Materials, Biotechnology and Advanced Manufacturing and Processing”.

LOGO DEL PROGETTO
  • Smart and Advanced Multitenants Building Automation

  • Acronimo
    SAMBA
  • Ecosistemi
    • Smart Mobility e Architecture
  • Numero componenti team
    75
  • Keyword
    Ambiente, smart building, risparmio energetico, data management, automazione, machine learning, intelligenza artificiale, monitoraggio, sicurezza, IOT, sistemi predittivi, 5G, intelligent building, building automation
  • Valore economico progetto
    5.653.546,26 €

    Valore economico finanziamento
    2.924.814,25 €
  • Partner
    - AGEVOLUZIONE S.R.L.S. - HARPACEAS S.R.L. - EUCENTRE - FONDAZIONE CENTRO EUROPEO DI FORMAZIONE E RICERCA IN INGEGNERIA SISMICA - 3P TECHNOLOGIES S.R.L. - ATS – ADVANCED TECHNOLOGY SOLUTIONS S.P.A.

    Capofila
    Kalpa srl
go to top