• Piattaforma

    Atenei, a Milano un polo di eccellenza europeo sull’Intelligenza Artificiale

    Bocconi, Bicocca, Politecnico e Statale formano una Unit della rete ELLIS. Quattro linee di ricerca

    di redazione open innovation | 17/11/2021

Un nuovo polo di eccellenza per la ricerca e la formazione nell’Intelligenza Artificiale e nel Machine Learning, a Milano, grazie alla sinergia tra quattro università del capoluogo lombardo. Bocconi, Università Statale di Milano, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Politecnico di Milano hanno infatti unito le proprie forze per diventare una delle Unit di ELLIS, lo European Laboratory for Learning and Intelligent Systems.

Nata nel 2018, ELLIS è l’associazione che riunisce i migliori scienziati e accademici europei di Intelligenza Artificiale con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo scientifico sul tema in Europa. L’Intelligenza Artificiale e il Machine Learning sono infatti il fulcro di una rivoluzione tecnologica e sociale che sta cambiando ogni aspetto della società ed è su questi temi che l’Europa si gioca e si giocherà sempre di più in futuro la propria competitività di fronte ai giganti del settore, Stati Uniti e Cina. Lo stesso vale per il nostro paese, nel quale il Piano di Ripresa e Resilienza (PNRR) indica proprio nello sviluppo dell’Intelligenza Artificiale uno dei punti chiave per il rilancio italiano.

La nuova Unit di ELLIS avrà la missione di rendere Milano uno dei maggiori poli scientifici europei in tema di AI e Machine Learning.

Quattro le direttrici di ricerca: il Machine Learning interattivo, che studia l’interazione di un algoritmo con l’ambiente; le reti neuronali e il Deep Learning; la salute e la biologia computazionale, che applica l’AI alla medicina; l’uso dell’AI per l’analisi e l’elaborazione del linguaggio naturale

Quattro i proponenti e coordinatori scientifici della Unit, uno per ciascun Ateneo, che dirigeranno l’unità a rotazione: Nicolò Cesa-Bianchi, Professore Ordinario di Informatica della Statale, che guiderà il gruppo in qualità di direttore per il primo anno; Nicola Gatti, Professore Associato di Ingegneria Informatica al Politecnico; Gabriella Pasi, Professoressa Ordinaria di Informatica a Milano-Bicocca; Riccardo Zecchina, Professore Ordinario di Fisica Teorica alla Bocconi.

L’iniziativa è stata presentata congiuntamente il 17 novembre in Comune a Milano.

“Oggi le scienze economiche e le scienze sociali sono chiamate a uno scambio continuo e reciproco con l’intelligenza Artificiale, per poter analizzare scenari che sono sempre più complessi e produrre una conoscenza che abbia un impatto positivo sulla società - spiega il rettore della Bocconi, Gianmario Verona -. L’approccio multidisciplinare e la collaborazione tra gli atenei milanesi diventano quindi fondamentale per lo sviluppo delle conoscenze in quest’ambito e per dare a Milano un ruolo di primo piano a livello europeo.  All’Università Bocconi abbiamo specifiche iniziative sia sul fronte della formazione, come il Bachelor in Mathematical and Computing Sciences for Artificial Intelligence, sia sul fronte della ricerca, con lo studio degli algoritmi di apprendimento profondo, del processamento del linguaggio naturale, della connessione tra Machine Learning e le neuroscienze computazionali, della teoria algoritmica dei giochi, dell’uso della crittografia nei processi di apprendimento automatico e degli aspetti etici di AI e Machine Learning”.

“Milano ancora una volta investe sul futuro - nota poi la rettrice di Milano - Bicocca, Giovanna Iannantuoni -. Dar vita a un polo di eccellenza per la ricerca e la formazione nell’Intelligenza Artificiale e nel Machine Learning significa esser pronti ad accettare la sfida dello sviluppo scientifico a livello europeo. Milano-Bicocca ha già promosso iniziative congiunte con altri Atenei lombardi in tema di AI: il bachelor in Artificial Intelligence è un corso di Studi realizzato insieme a Università di Milano e Università di Pavia, con le quali si stanno progettando due CdS magistrali in AI. Per quanto riguarda la ricerca in AI, Milano-Bicocca è attiva ad esempio sull’analisi e la comprensione del linguaggio naturale, la biologia computazionale e la medicina, l’analisi di immagini, e la definizione di approcci innovativi relativi alla AI neuro-simbolica”.

“Come università ‘generalista’ la Statale si è già trovata in condizione privilegiata ad accogliere la sfida dell’Intelligenza Artificiale, per definizione trasversale a tutte le discipline - commenta invece dichiara Maria Pia Abbracchio, prorettore vicario con delega a Ricerca e Innovazione della Statale di Milano -. A iniziare dalla fondazione, nel 2019, del Joint Lab for Embodied Artificial Intelligence alla Khalifa University di Abu Dhabi, e continuando nel 2021 con l’apertura, insieme con due università lombarde, del primo corso di laurea in Artificial Intelligence. L’ateneo è ora pronto ad accogliere la sfida di ELLIS, e orgoglioso, grazie al professor Nicolò Cesa Bianchi che dirigerà l’unità per il primo anno, di essere fin da subito in prima linea per sfruttare appieno la grande ricchezza generata dall’analisi dei Big Data e dalla loro applicazione alla salute dell’ambiente e dell’uomo”.

“Gli utilizzi e le ripercussioni di AI e Machine Learning sul fronte economico e sociale conferiscono alle università tecnico-scientifiche una grande responsabilità - conclude il rettore del Politecnico, Ferruccio Resta -. Lo sviluppo tecnologico è tutt’altro che neutro: è un processo complesso, come ben rappresentato dalle quattro linee di ricerca che abbiamo deciso di tracciare. Va quindi anticipato, gestito e condiviso. Unire le migliori risorse accademiche e fare di Milano un polo di eccellenza è un dovere che abbiamo nei confronti dello sviluppo e della crescita non solo della nostra città, ma del Paese e del sistema universitario, chiamato sempre di più a operare secondo una logica di interazione e di scambio. Un modello vincente al quale tendere in chiave europea”.

 

I nostri canali social
go to top