• Piattaforma

    Blockchain-as-a-Service per l’intera economia: la nuova scommessa della Cina

    BSN (Blockchain Service Network) è la protagonista di un programma unico al mondo

    di redazione open innovation | 19 mag 2020

BSN (Blockchain Service Network) è un consorzio cinese composto da China Mobile Communications Corporation (servizi di telefonia), China UnionPay Co. Ltd. (pagamenti e carte di credito), e Beijing Red Date Technology Co. (partner tecnico) che, lanciato lo scorso 25 aprile e voluto direttamente dal governo di Pechino, ha l’obiettivo di dotare l’intera economia cinese di un’infrastruttura comune su cui offrire a basso costo soluzioni Blockchain-as-a-Service.

Come nella natura stessa della tecnologia Blockchain, le organizzazioni cinesi potranno condividere dati e informazioni in maniera sicura, generando così un flusso importante che può essere utilizzate dall’intero sistema economico. All’interno dell’infrastruttura coesisteranno due tipologie di Blockchain: quella pubblica (permissionless), aperta a tutti con un occhio particolare alle piccole e medie aziende che potranno noleggiare un nodo a prezzi interessanti (tra i 150 e i 300 dollari al mese); la permissioned, dedicata alle grandi aziende - tra cui banche ed enti di stato -che potranno accedere a una federazione di Blockchain attraverso la quale più organizzazioni accettano di condividere solo alcuni dati, e a Blockchain private a cui si può accedere solo attraverso un’autorizzazione specifica.

Elemento base della rete è il PCN (nodo pubblico cittadino) un sistema di elaboratori esclusivamente dedicato a ospitare nodi di Blockchain. Attualmente, la rete riunisce circa 80 PCN nella Cina continentale, altri 40 si aggiungeranno in breve tempo. Inoltre, sono pianificati sette PCN situati all’estero per facilitare la connessione alle aziende che vogliono operare sul mercato cinese (Francia, Australia, Brasile, Singapore, Giappone, Sud Africa e California). Il tutto con un obiettivo dichiarato: 200 nodi per la fine del 2020.

I nostri canali social
go to top