• Piattaforma

    Con FaCe una piattaforma ICT studia i Big Data per innovare la moda

    Allo IULM di Milano il 9 ottobre il progetto finanziato con fondi POR FESR

    di redazione open innovation | 08 ott 2019

Un nuovo Centro di ricerca sulla moda, centrato su una piattaforma ICT, rivolto al ricco tessuto di aziende di abbigliamento di piccole e medie dimensioni del territorio. Con l’obiettivo di stimolare e sostenere la loro creazione di prodotti innovativi nei settori della fashion e del design, grazie a una raccolta sistematica di informazioni mirata a sintonizzarle con i gusti dei consumatori minimizzando così i rischi di insuccesso.

Questa la proposta di FaCe (Fashion Center), progetto finanziato dal bando Smart fashion di Regione Lombardia con risorse POR FESR 2014-2020, che il 9 ottobre si presenta a Milano nella sede della capofila ovvero l’università IULM (via Carlo Bo, ore 9, aula seminari).

L’apporto tecnologico

Il motore di Facce sarà infatti una piattaforma informatica, nella quale confluiranno dati (storici e ricavati anche in tempo reale) da fonti numerose ed eterogenee (studi, dati statistici, web, analisi), grazie all’impiego di tecnologie innovative nel campo dell’estrazione, dell’analisi e dell’aggregazione di Big Data e a servizi e tecnologie digitali in cloud.

La piattaforma sarà una sorta di contenitore ‘dinamico’ da cui attingere ad esempio articoli, documenti, rapporti di ricerca, libri, testate giornalistiche, materiale pubblicitario e comunicativo prodotto dalle aziende del settore, ma anche informazioni sui punti vendita e sui musei della moda più innovativi.

Non solo. Il Centro porterà avanti ricerche innovative su aspetti specifici del mondo fashion e sulle tendenze in atto nella società e nella moda a livello nazionale e internazionale: un apporto indispensabile, data la grande presenza di molte delle imprese lombarde del settore moda sui mercati internazionali.  

Uno strumento tarato sulle PMI

Tutti i dati raccolti dal Centro saranno organizzati, elaborati e soprattutto interpretati per renderli facilmente fruibili da parte delle PMI interessate. Queste avranno dunque a disposizione un patrimonio di conoscenze che le aiuti a ‘leggere’ i cambiamenti in atto nella società e magari anche ad anticipare le evoluzioni del mercato.

FaCe promette inoltre un dialogo preliminare con le imprese lombarde del settore, per mettere a fuoco le loro effettive esigenze e tarare su queste i servizi proposti.

I temi dell’evento

Il 9 ottobre si discuterà dunque di “come anticipare mode e tendenze”, di “talenti, tecnologie e Big Data”, del ruolo di Blockchain e Artificial Intelligence per una Sentiment Analisys, di “immaginazione sociologica ai tempi della tecnologia”.

In allegato il programma dell’iniziativa.

 

go to top