• Piattaforma

    Ecco P@gile, rete di imprese altamente tecnologiche a supporto della PA

    Un’alleanza per R&S di soluzioni innovative per la digitalizzazione della Pubblica amministrazione

    di redazione open innovation | 22/09/2020

C’è Soft Strategy BIT, società di progettazione e implementazione di soluzioni software multi-piattaforma con l’utilizzo delle più avanzate tecnologie, mobile, web-based ed enterprise. Oppure Ecubit, startup specializzata nello sviluppo di soluzioni, prodotti e piattaforme tecnologiche avanzate, con punte di eccellenza in ambito sanitario; e Sferanet, tra i principali system integrator del mercato ICT a livello nazionale specializzata in Big Data, Artificial Intelligence e Cyber Security.

E ancora, si contano Boxoclock, con prodotti e servizi innovativi ad alto valore tecnologico e, più specificatamente, di dispositivi IoT e Camelot Biomedical Systems, specializzata nella creazione e impiego di tecnologie innovative a supporto della trasformazione digitale. Sono i protagonisti di P@gile, la nuova rete di imprese altamente tecnologiche che punta a essere un polo di riferimento totalmente italiano per la ricerca e lo sviluppo di soluzioni innovative a beneficio della digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, per favorire e semplificare il rapporto cittadino-istituzioni nell’accesso ai servizi.

Del resto l’emergenza Covid-19 ha reso ancora più urgente un processo di efficientamento della Pubblica Amministrazione attraverso digitalizzazione e sviluppo. L’inefficienza dell’apparato pubblico costa, secondo Confindustria Digitale, circa 30 miliardi l’anno, mentre i benefici della digitalizzazione della PA italiana, calcolati dal Politecnico di Milano, sono valutati intorno ai 25 miliardi.

Questo il contesto in cui si colloca P@gile, rete che conta a oggi circa 400 tra dipendenti e ricercatori e 9 sedi tra Roma, Milano, Bologna, Genova, Napoli, Rende, Matera, Palermo, Pescara e Cagliari.

 

I nostri canali social
go to top