• Piattaforma

    L’evoluzione dello stetoscopio: “smart” e capace di fare diagnosi

    Con l’Intelligenza Artificiale un aiuto contro la polmonite pediatrica Dovenon si accede a Rx torace

    di redazione open innovation | 19/02/2021

Lo stetoscopio, lo strumento più utilizzato nonché uno dei simboli della medicina in tutto il mondo, si evolve e dopo due secoli di storia diventa “smart”. Nel 2011 un team di medici e ricercatori guidati dal professor James E. West della Johns Hopkins University di Baltimora, negli Usa, si è chiesto come riuscire a migliorare la diagnosi di polmonite grazie all’auscultazione dei suoni polmonari per rispondere a un problema molto specifico: come diagnosticare la polmonite pediatrica nei paesi in via di sviluppo.

La polmonite pediatrica uccide quasi un milione di bambini ogni anno in tutto il mondo e nell’Africa subsahariana è la principale causa di morte sotto i 5 anni d’età. Sarebbe necessario un esame semplice come la radiografia del torace, a cui purtroppo però in pochi hanno accesso. In questo contesto, l’auscultazione dei polmoni diventa fondamentale, ma rimane problematica in contesti in cui quasi sempre viene effettuata con forti e numerosi rumori di fondo. I ricercatori hanno così realizzato un dispositivo che utilizza la tecnologia di rilevamento digitale per l’acquisizione del suono, l’acustica attiva per la cancellazione del rumore e l’Intelligenza Artificiale per aiutare gli operatori sanitari a effettuare diagnosi accurate di polmonite.

Gli studi su questo front hanno portato a test sul campo, allo sviluppo di una startup e alla commercializzazione di un prodotto nel 2019. Lo stetoscopio di ultima generazione capta i suoni dei polmoni e li converte in segnali elettrici e in seguito a un processo di elaborazione, l’applicazione di Intelligenza Artificiale cerca segni rivelatori di polmonite come sibili o crepitio. Un display a led integrato allo stetoscopio suggerisce nel frattempo una diagnosi consigliata. La qualità del suono a disposizione dei medici è stato uno dei principali obiettivi nella realizzazione del nuovo prodotto. Il classico tubo di gomma dello stetoscopio è stato sostituito da un cavo elettrico con un microfono che raccoglie il rumore esterno per selezionarlo, annullarlo e dare quindi la possibilità al medico di realizzare un ausculto polmonare di massima qualità e accuratezza.

 

I nostri canali social
go to top