• Redazione

    “Lombardia Innovativa”, Regione valorizza i modelli di innovazione

    Le eccellenze imprenditoriali possono candidarsi su questa piattaforma. Scopri come

    di redazione open innovation | 15/09/2020

Valorizzare chi sul territorio ha scelto di puntare su innovazione e ricerca, con un riconoscimento pubblico che ne trasformi i risultati in best practice condivise.

Dare visibilità a eccellenze imprenditoriali e filiere competitive. E soprattutto, creare una rete di “modelli” di innovazione di respiro internazionale, che possano anche essere replicati come volano di sviluppo e competitività del territorio, risposte creative e all’avanguardia ai bisogni dei cittadini.

Questi gli obiettivi con cui Regione Lombardia lancia l’iniziativa “Riconoscimento di modelli innovativi guidati da eccellenze imprenditoriali lombarde”.

Si tratta di un percorso di valorizzazione della ricerca e dell’innovazione, promosso sulla scia della legge regionale 29/2016 “Lombardia è Ricerca e Innovazione” che ha ispirato anche il recente bando “Call Hub Ricerca e Innovazione” con la selezione di 33 progetti di eccellenza.

In questo caso, l’iniziativa si rivolge a partenariati composti da soggetti pubblici e privati, guidati da eccellenze imprenditoriali che collaborano in ambito di ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico.

A loro si rivolge Regione, invitandole a candidare il proprio “modello innovativo” di collaborazione.

Candidarsi è semplice, basta visitare la pagina dedicata su questa piattaforma a partire dal 15 settembre 2020.

Per il 2020-2021, le domande possono essere presentate all’interno di tre finestre temporali, per ciascuna delle quali il riconoscimento “Lombardia Innovativa” verrà assegnato a ua massimo di 5 “Modelli Innovativi”.

La prima finestra di presentazione delle domande si chiude il 15 ottobre, alle ore 14.

Sempre sulla pagina web di “Lombardia Innovativa”, in un secondo momento, si creerà anche la Community che diventa parte del processo e fornirà elementi relativi ai modelli innovativi proposti a un Nucleo di valutazione, costituito per l’occasione.

Una volta selezionate, alle eccellenze imprenditoriali verrà attribuito un logo specifico ovvero “Lombardia innovativa”, con numerosi benefici in termini di visibilità.

Con questo approccio Regione Lombardia punta insomma a mettere in moto un meccanismo di condivisione delle best practice del territorio. A partire da alcuni elementi chiave.

Le caratteristiche richieste

Per avere diritto al riconoscimento infatti il “modello innnovativo” presentato dai partenariati deve essere caratterizzato dalla competitività della filiera in cui sono attivi; da una qualificazione del partenariato stesso; da collaborazioni con centri di ricerca, università, imprese e amministrazioni pubbliche.

Altri indici di eccellenza saranno l’orizzonte e le relazioni internazionali del partenariati, le attività di trasferimento tecnologico, le innovazioni di prodotto e/o processo, un approccio di innovazione aperta e di Ricerca e Innovazione Responsabile (RRI).

I benefici

L’attribuzione del logo si accompagnerà alla visibilità di cui partenariati potranno usufruire nell’ambito di iniziative regionali e internazionali, promosse dai network europei di cui Regione Lombardia è membro.

Ancora prima, i partenariati verranno coinvolti in eventi e in percorsi strutturati di confronto con la rete di interlocutori di Regione. E potranno usufruire di strumenti della rete Enterprise Europe network attraverso il consorzio Simpler, oltre che di iniziative di formazione e orientamento su programmi di finanziamento.

 

I nostri canali social
go to top