• Piattaforma

    Musei, web e tour virtuali per la cultura ai tempi del coronavirus

    Da Brera fino ai Musei Vaticani visita ai capolavori senza uscire da casa

    di redazione open innovation | 20 mar 2020

Le disposizioni dedicate al contrasto del Coronavirus ci impongono di rimanere in casa, l’unico metodo efficace per interrompere il contagio e la trasmissione del virus. Una situazione che, grazie alla tecnologia, può trasformarsi in un’opportunità di arricchimento culturale per andare alla scoperta, ovviamente virtuale, delle più importanti collezioni ed esposizioni d’arte nel mondo.

La Pinacoteca di Brera a Milano, ad esempio, propone sul proprio sito “Appunti per una Resistenza Culturale” ovvero singoli approfondimenti, che comprendo racconti ma anzitutto la descrizione di alcuni dei capolavori ospitati. C’è poi chi ha offerto altre alternative alla visita fisica ai propri spazi, come il Museo Astronomico di Brera: per un certo periodo, il sito propone “contenuti speciali” con le audioguide di introduzione al Museo o dedicate a singoli strumenti e personaggi come l’astronomo che ha dato vita alla planetologia moderna, Giovanni Virginio Schiaparelli.

Ed ecco la Galleria degli Uffizi di Firenze, uno dei musei più famosi a livello mondiale, fino ai Musei Vaticani, che comprendono anche alcuni dei luoghi più esclusivi e artisticamente significativi dei Palazzi Apostolici.

Non solo poli culturali italiani: non potevano mancare il celeberrimo Louvre e il British Museum, ma mettono a disposizione visite virtuali anche il Museo Archeologico di Atene, il più grande museo greco con una collezione da 11 mila reperti; il Prado di Madrid, una delle più importanti pinacoteche del mondo. E ancora, è accessibile virtualmente la gran parte della sale dell’enorme Hermitage di San Pietroburgo.

Un viaggio, virtuale e ad alto contenuto tecnologico, che può diventare anche intercontinentale, con uno sguardo al Metropolitan Museum di New York o alla National Gallery di Washington che copre, attraverso le opere esposte, circa 700 anni di storia dell’arte.

I nostri canali social
go to top