• Redazione

    “PITCCH”, fino al 1/3 sette sfide di innovazione per PMI e startup

    Open Challenge ospita progetto della Commissione UE per l’avvio di collaborazioni di open innovation

    di redazione open innovation | 22/02/2021

Ben sette sfide, rivolte da Big Corporation internazionali a PMI e startup perché trovino - entro il primo marzo 2021 - la soluzione al proprio fabbisogno specifico di innovazione.

Al centro, altrettante tecnologie d’avanguardia ovvero Digital technologies, Advanced manufacturing, Industrial biotechnology, Micro/nano-electronics, Advanced materials Nanotechnology, Photonics.

Le sfide sono quelle raccolte nel progetto PITCCH, cofinanziato dalla Commissione Europea per promuovere collaborazioni fra PMI/startup e grandi aziende in progetti di open innovation e ora lanciato attraverso la sezione Open Challenge di questa piattaforma.

Le fasi, il traguardo

Entro la data indicata - ovvero l’1/3 - startup o PMI dovranno fornire un primo concept breve delle soluzioni tecnologiche offerte. Gli autori delle 15 migliori proposte verranno poi contattati per fornire un progetto più dettagliato, quindi ci sarà un’ulteriore selezione delle 10 idee migliori che potranno essere presentate alla grande azienda promotrice della challenge a cui si è data risposta.

La PMI/startup vincitrice della competizione riceverà un finanziamento di 25 mila euro e avrà anche la possibilità di avviare una collaborazione di sei mesi con la corporation promotrice della challenge, per sviluppare la propria idea innovativa.

I dettagli delle sfide

Ecco allora le grandi aziende promotrici e gli ambiti da loro scelti per le sette Challenge di “PITCCH”.

1) Aptiv, società di tecnologie per componenti automotive, propone “EYE SEE GLASSES – REMOTE SUPPORT”, negli ambiti Manifattura avanzata e Tecnologie digitali: la richiesta è quella di uno strumento in grado di assistere in tempo reale i propri clienti guidandoli nella risoluzione di problemi.

2) La portoghese EFACEC, leader mondiale nel mercato delle infrastrutture di ricarica rapida per veicoli elettrici, propone “SMART DIGITAL TRANSFORMER MANAGEMENT SOLUTION”, negli ambiti delle Tecnologie digitali e della Micro e nano elettronica.

La sfida riguarda una soluzione hardware IoT per un monitoraggio a distanza di trasformatori, in un’ottica di implementazione di smart grid utili ad affrontare le sfide poste della transizione energetica.

  • La multinazionale PROCTER & GAMBLE lancia la Challenge “PLASTIC-FREE RECYCLABLE PACKAGING FOR LIQUID DETERGENTS”, nei settori dei Materiali avanzati e delle Nanotecnologie, per individuare nuovi materiali ecocompatibili e riciclabili per il packaging dei detergenti liquidi prodotti.

4) La sfida lanciata da Repsol è invece nell’ambito delle Biotecnologie industriali: “BIO-INDOLE FOR GASOLINE OCTANE BOOSTER”. La società spagnola richiede lo sviluppo di una nuova e più efficiente tipologia di bioadditivi per carburanti, tale da permettere la riduzione le emissioni di C02 delle autovetture a benzina.

5) La francese Saint-Gobain, uno dei primi 100 gruppi industriali al mondo, lancia una sfida sui Materiali avanzati, “TILE GROUT AS A CERAMIC”.

6) Siemens Energy propone la Challenge “CLIMATE-FRIENDLY PROCESS STEAM SUPPLY”, nell’ambito delle Tecnologie energetiche.

7) SPIE, società professionale internazionale attiva nell’installazione di sistemi elettrici e altre infrastrutture, lancia la sfida “OPEN DATA SYSTEMS FOR BUILDING ENVIRONMENT” nell’ambito delle Tecnologie digitali: la richiesta è quella di sviluppare una piattaforma tecnologica per la raccolta, integrazione, analisi e visualizzazione di dati utili per la gestione energetica e il risparmio nel campo dell’edilizia. 

Per partecipare alle sfide, clicca qui.

I nostri canali social
go to top