• Notizie

    Innovazione, il 10/11 riapre lo sportello TECH FAST: disponibili altri 13 milioni

    Come presentare domanda di contributi per progetti e tecnologie digitali per le PMI

    di redazione open innovation | 25/10/2021

Riaprirà il 10 novembre lo sportello per la valutazione delle domande per ‘Tech Fast’, la misura di Regione Lombardia che vuole fungere da acceleratore d’innovazione tramite contributi per progetti di sviluppo sperimentale e innovazioni tecnologiche e digitali delle PMI.

Regione Lombardia ha infatti rifinanziato ‘Tech Fast’ con ulteriori 13 milioni 454 mila euro, che si aggiungono ai 19 milioni precedenti: in tutto, dunque, la misura avrà una dotazione finanziaria complessiva di 32.454.000 euro.

Per conoscere tutti i dettagli del Bando, le modalità di presentazione delle domandenavigare le FAQ, vai alla pagina dedicata su questa piattaforma: clicca qui.

Con la prima apertura dello sportello, e fino alla sua sospensione per l’esaurimento dei primi 19 milioni disponibili, sono arrivati 143 progetti. Di questi 118 sono in fase di valutazione e 25 ‘in lista d’attesa’ per l’esaurimento delle risorse.

Nel dettaglio, Tech Fast sostiene progetti di sviluppo sperimentale, di innovazione di processo o solo sviluppo sperimentale. Tra questi lo sviluppo di prototipi, prodotti pilota, test e convalida di prodotti, processi o servizi nuovi o migliorati, progetti di digitalizzazione delle PMI lombarde.

Le PMI potranno richiedere l’agevolazione, ad esempio, per spese di personale, strumentazioni e attrezzature, costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne, costi per servizi di consulenza, materiali e forniture, oltre che per la copertura di spese generali (per il 15% delle spese di personale).

La spesa minima richiesta per progetti è di 80.000 euro per soggetto, con un contributo a fondo perduto pari al 50% della spesa complessiva ammissibile del progetto, fino a un massimo di 250.000 euro.

Quanto agli ambiti di innovazione, dovranno essere legati alle aree di specializzazione intelligente (S3) di Regione Lombardia, ovvero ad Aerospazio, Agroalimentare, Eco-Industria, Industrie creative e culturali, Industria della salute, Manifatturiero avanzato, Mobilità sostenibile. In concreto, le innovazioni potranno riguardare ad esempio gli ambiti di Cybsersecurity, Cloud, Big Data, Manifattura Additiva.

I progetti dovranno essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di partecipazione al bando attuativo e realizzati da ciascuna PMI in una sede operativa sul territorio Lombardo.

Nella pagina dedicata a Tech Fast è anche possibile scaricare il decreto istitutivo della misura, le DGR relative, le linee guida di attuazione, le istruzioni per la dichiarazione di regolarità contributiva; consultare la scheda tecnica; calcolare la dimensione di impresa.

 

CONDIVIDI