• Redazione

    Inbuyer, 21 incontri B2B con operatori internazionali in tutta la Lombardia: il calendario

    Nell’edizione 2019 del progetto di Regione e Unioncamere per PMI anche meeting con la GDO

    di redazione open innovation | 28/06/2019

Hanno preso il via gli incontri B2B con operatori economici internazionali previsti dalla quinta edizione del progetto Inbuyer, promosso da Regione Lombardia in collaborazione con Unioncamere Lombardia. In tutto 21 le giornate organizzate su tutto il territorio Lombardo. A cui fine anno si aggiungono altre 6 giornate innovative sperimentali rivolti ai meeting con la GDO e alle medie-grandi imprese.

Si amplia dunque l’iniziativa, che prevede l’accoglienza di operatori economici dall’estero con l’obiettivo di favorire il processo di internazionalizzazione delle PMI creando occasioni di business, e che nelle scorse edizioni ha permesso alle imprese di incontrare buyers selezionati provenienti da paesi di tutto il mondo.

I numeri di Inbuyer

I numeri delle prime quattro edizioni sono stati incoraggianti: 148 giornate di eventi, 833 buyer provenienti da oltre 50 paesi, 3.068 imprese lombarde coinvolte, 14.430 incontri b2b, oltre mille accordi conclusi.

Il progetto è destinato in prima istanza a piccole e medie imprese di produzione, che abbiano potenzialità di interazione con i buyer esteri dei settori che in queste ultime edizioni si sono affermati tra i più richiesti e con maggiore spinta internazionale.

Si tratta di alimentare, moda, cosmetica, beni strumentali, arredo, costruzioni-edilizia, packaging, energia.

L’edizione 2019 prevede incontri con operatori da 24 Paesi ovvero Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Norvegia, Polonia, Portogallo, Svizzera, Cina, Corea del Sud, Giappone, Indonesia, Israele, Russia, Singapore, Turchia, Canada, Usa, Bahrein, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Oman e Marocco.

“Con questo progetto contribuiamo a valorizzare e a promuovere le nostre imprese a livello internazionale, offrendo loro occasioni di business e creando così valore aggiunto sul territorio – ha spiegato il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione Fabrizio Sala –. Si tratta di un’iniziativa che si affianca alle numerose misure messe in atto da Regione Lombardia negli scorsi mesi per supportare l’internazionalizzazione, ambito vitale per le imprese lombarde”.

Le date, le province, i settori coinvolti

Dopo le prime tappe a Lodi, Mantova e Cremona le giornate con buyer stranieri proseguono a Pavia, il 10 luglio, con focus sul Settore Packaging. Quindi secondo il calendario indicato in allegato.

Maggiori dettagli sui settori merceologici e la dotazione finanziaria a questo link.

In via sperimentale, come detto, quest’anno saranno coinvolte anche le imprese di medie-grandi dimensioni, strutturate commercialmente e con capacità produttiva adeguata per dialogare con buyer della Grande Distribuzione Organizzata o Gruppi. Per questi stakeholder è previsto infatti l’ampliamento della categoria dei Buyer tramite il coinvolgimento di Buying office di grandi gruppi industriali, GDO e GDO Specializzata.

Il nuovo format prevede sei giornate di appuntamenti e visite tecniche in aziende lombarde, che verranno realizzate negli ultimi mesi del 2019 in collaborazione con il mondo associazionistico e alcuni Cluster Tecnologici lombardi. Il calendario è in via di definizione.

 

go to top