• OS - Notizie

    Dote Scuola: contributo Materiali Didattici erogato a tutti gli studenti

    Grazie ad altri 9 milioni da Regione. Accredito su tessera sanitaria, il rimborso su spese sostenute

    di redazione open innovation | 24/09/2021

Il contributo di Dote Scuola per l’acquisto di libri e materiali didattici è stato erogato per tutti gli studenti le cui domande erano risultate ammesse, ma non finanziate per l’esaurimento dei fondi statali.

Il finanziamento di tutte le richieste, per ulteriori 9 milioni 160 mila euro, è stato possibile grazie allo stanziamento di risorse regionali aggiuntive.

Il contributo accreditato sulla tessera sanitaria

A partire da ieri le famiglie hanno ricevuto il Codice Dote Scuola all’indirizzo e-mail indicato in fase di compilazione delle domande e il contributo per studente accreditato sulla Tessera sanitaria del richiedente, utilizzabile dal 23 settembre 2021 presso la rete dei punti vendita convenzionati.

In alternativa, per coloro che hanno già acquistato i libri di testo, è stata prevista la possibilità di richiederne il rimborso fino a un massimo di 200 euro per studente beneficiario, dietro presentazione di scontrino o ricevuta fiscale, secondo le modalità che verranno indicate a ciascuna famiglia in fase di erogazione del contributo. In caso di richiesta di rimborso, non bisogna utilizzare il contributo erogato sulla Tessera sanitaria.

Cosa si può acquistare

La Dote può essere utilizzata entro il 31 gennaio 2022.

Il contributo copre, per esempio, l’acquisto di:
- libri di testo, di narrativa, dizionari; 

- personal computer, tablet, lettori di libri digitali, stampanti, software, strumenti per l’archiviazione di dati, tastiere, mouse, monitor pc, stampanti;

strumenti per il disegno tecnico e artistico, mezzi di protezione individuali per laboratori, strumenti musicali richiesti dalle scuole;

- l’accesso a mostre, musei, teatro.

Non rientrano invece tra i prodotti acquistabili materiali di consumo come penne, matite, quaderni, fogli, diari e astucci, zaini e cartelle.

Uno sforzo collettivo per risposte concrete

“È stato un grande sforzo compiuto dall'intera Giunta regionale - ha ribadito l’assessore regionale a Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione, Semplificazione - per il quale ringrazio il governatore della Lombardia e l’assessore al Bilancio che hanno saputo offrire risposte concrete a tutte le richieste: 46 mila in più rispetto agli scorsi anni”.

“Questo è un chiaro esempio di come Regione Lombardia continui a soffrire - ha rimarcato l’assessore regionale - il riparto di risorse statali per il diritto allo studio che ci penalizza sulla base delle richieste dei nostri studenti”.

I beneficiari

La misura è rivolta agli studenti fino ai 21 anni non compiuti, residenti in Lombardia, frequentanti scuole secondarie di primo e secondo grado statali o paritarie oppure istituzioni formative accreditate, che abbiano ISEE inferiore o uguale a 15.748,78 euro.

Il contributo è stato erogato unicamente agli studenti che hanno partecipato al bando “Dote Scuola Materiali didattici” che si è chiuso il 15 giugno 2021. Una parte delle domande presentate erano state ammesse, ma non finanziate per esaurimento di fondi statali.

Per ogni informazione clicca qui per visitare la sezione dedicata a Dote Scuola all’interno di Open Scuola, lo spazio web di Regione Lombardia con news e approfondimenti sul mondo della scuola.

I nostri canali social
go to top