Eit

header eit

eit logo

Al via la EIT Digital Challenge 2021 per scaleup europee deeptech.
Candidature aperte fino al 10 maggio. In palio premi per 250.000 euro.

La EIT Digital Challenge 2021 apre le porte alle scaleup europee che lavorano nel campo della tecnologia digitale e, in particolare, nei settori del Digital Tech, Digital Cities, Digital Industry, Digital Wellbeing e Digital Finance.
Per candidarsi c’è tempo sino al 10 maggio 2021. Le migliori tre aziende selezionate riceveranno premi  dal valore complessivo di 250.000 euro per accelerare la propria crescita a livello internazionale. “Selezioneremo 20 scaleup tra le candidate che inviteremo a un evento esclusivo in autunno, dove si presenteranno a una giuria composta da importanti stakeholders (corporate e investitori) – afferma Shehryar Piracha, direttore dell’EIT Digital Accelerator – Durante questo evento saranno annunciati i tre vincitori, di cui uno sarà il vincitore della Challenge e due secondi classificati. I selezionati saranno supportati dal programma Digital Accelerator per un intero anno: un percorso del valore di 50.000 euro, inoltre, il primo classificato riceverà un premio in denaro da 100.000 euro“.

la call

Possono partecipare alla EIT Digital Challenge 2021 le scaleup con un’offerta di prodotti e di servizi che si basano su tecnologie digitali avanzate (“deeptech”). “La nostra ambizione è quella di aiutare le aziende a superare il frammentato mercato europeo e crescere con successo in tutta Europa – spiega Chahab Nastar, Chief Innovation Officer di EIT Digital – L’EIT Digital Challenge è il nostro strumento chiave per identificare i migliori imprenditori europei del deep tech e aiutarli, attraverso il nostro acceleratore, a raccogliere fondi, accedere a nuovi mercati e crescere a livello internazionale. Li supportiamo verso la costituzione di aziende leader nel mercato globale e il miglioramento della competitività dell’Europa nel digitale”. Una grande opportunità per le aziende che ambiscono a crescere a livello internazionale. Qui è possibile candidarsi compilando il form entro il 10 maggio.

i vincitori delle scorse edizioni

Lo scorso anno a vincere il primo premio è stata Deepomatic, scaleup francese che si occupa di automazione visuale nel campo della digital industry, supportando il lavoro degli operatori grazie alla augmented reality. “Vincere l’EIT Digital Challenge è stato un enorme riconoscimento per il lavoro di tutto il nostro team – afferma Augustin Marty, CEO e co-fondatore di Deepomatic – Questo traguardo è stato il primo passo verso l’inizio della nostra scalata a livello internazionale”.

Alla scorsa edizione, anche le italiane Inxpect e Roboze arrivarono in finale. Con sedi operative a Brescia, Firenze e ad Haifa, in Israele, Inxpect ha messo a punto un avanzato sistema di tecnologia radar per la sicurezza industriale. Roboze è una PMI con sede a Bari nota nel mercato italo-americano di stampanti 3D industriali per i super polimeri che trovano applicazione in settori quali quello dell’oil&gas, dell’automotive, della meccanica e dell’aerospazio, della manifattura e della difesa (tra cui anche l’Esercito americano). Roboze è salita di nuovo agli onori della cronaca quando, durante la prima ondata di Covid-19, ha lavorato alla stampa 3D di valvole per la creazione di ventilatori polmonari destinati agli ospedali italiani.

Tra le vincitrici italiane delle scorse edizioni spiccano Wonderflow ed Enerbrain. La prima, che si è aggiudicata la EIT Digital Challenge nel 2019, è una scaleup che opera nel settore della customer analytics a livello globale, estraendo informazioni utili dai feedback dei consumatori per supportare le aziende nell’innovazione di prodotto, nella customer experience e nel marketing strategico. La seconda invece, vincitrice dell’edizione 2018, è una scaleup che ha brevettato una soluzione innovativa nell’ambito smart building, un sistema in grado di monitorare e migliorare la qualità dell’aria tagliando i consumi del 30%.

Dal suo lancio, nel 2014, l’EIT Digital Challenge ha ricevuto più di 2.500 applications da tutta Europa. Tra i vincitori di spicco del premio figurano KONUX, Medicus.AI o SidekickHealth, scaleup tecnologiche digitali che sono diventate aziende di successo a livello internazionale. L’EIT Digital Accelerator fornisce supporto a scaleup operanti nel settore digital deeptech, aiutandole a raccogliere capitali, trovare clienti e crescere a livello internazionale, grazie ad un team altamente qualificato di business developer e di esperti nel settore venture capital che operano da 10 paesi europei. Dal 2012 inoltre, l’EIT Digital Accelerator supporta startup e scaleup provenienti da  18 paesi diversi, e che hanno raccolto oltre un miliardo di euro di investimenti. Secondo UBI Global, l’EIT Digital Accelerator è tra i principali Business Accelerator pubblici al mondo, mentre Startup Heatmap Europe  lo annovera tra i tre più importanti acceleratori in Europa.

Cos’è la EIT Digital Challenge

Dal suo lancio, nel 2014, l’EIT Digital Challenge ha ricevuto più di 2.500 applications da tutta Europa. Tra i vincitori di spicco del premio figurano KONUX, Medicus.AI o SidekickHealth, scaleup tecnologiche digitali che sono diventate aziende di successo a livello internazionale. L’EIT Digital Accelerator fornisce supporto a scaleup operanti nel settore digital deeptech, aiutandole a raccogliere capitali, trovare clienti e crescere a livello internazionale, grazie ad un team altamente qualificato di business developer e di esperti nel settore venture capital che operano da 10 paesi europei. Dal 2012 inoltre, l’EIT Digital Accelerator supporta startup e scaleup provenienti da  18 paesi diversi, e che hanno raccolto oltre un miliardo di euro di investimenti. Secondo UBI Global, l’EIT Digital Accelerator è tra i principali Business Accelerator pubblici al mondo, mentre Startup Heatmap Europe  lo annovera tra i tre più importanti acceleratori in Europa.