Immagine della notizia
Notizie SIS - sostenibilità

09/05/2022

Raccolta differenziata, a Monza niente più errori con Junker app

Rileva il codice a barre dei prodotti. E diffonde avvisi e buone pratiche, per ridurre i rifiuti

Redazione Open Innovation

Redazione Open Innovation

Regione Lombardia

Un “tutor” intelligente per la raccolta differenziata, che riconosce i prodotti dal codice a barre o addirittura da una foto, e spiega come conferirli correttamente, distinguendo tutti i materiali che lo compongono.

Un vero assistente personale, che ricorda ai cittadini i calendari del porta a porta, li guida fino al punto di raccolta più vicino e li aiuta ogni giorno a compiere scelte più sostenibili. Questo è Junker, l’app specifica per la raccolta differenziata più evoluta d’Italia che ora arriva anche a Monza per rendere questa operazione quotidiana ancora più semplice e a portata di mano.

Junker app è stata creata da Giunko srl, ex startup innovativa, oggi PMI, specializzata nello sviluppo di soluzioni cloud-based indirizzate al mondo mobile e web del settore cleantech. Il suo progetto più impegnativo e noto è proprio Junker app.

Impresa Sangalli Srl, che si occupa dei servizi ambientali sul territorio, aggiunge così Monza agli oltre mille Comuni che, da Nord a Sud, hanno adottato e messo a disposizione dei propri cittadini questo servizio, destinato a rendere più facile ed efficiente la gestione dei rifiuti urbani.

Come funziona

I cittadini di Monza potranno scaricare gratuitamente l’app sul proprio smartphone (Android, Apple o Huawei). Da quel momento, per sciogliere ogni dubbio davanti ai bidoni della differenziata, sarà sufficiente inquadrare il codice a barre dell’imballaggio o, se non presente, scattare una foto al prodotto, per sapere in tempo reale di quali materiali è composto e come va conferito.

Dal momento che le regole per la differenziata non sono uguali in tutta Italia Junker app - grazie alla geolocalizzazione - è in grado di personalizzare le informazioni in base al territorio in cui si trova l’utente.

Junker, che è tradotta in dieci lingue, è intuitiva anche per non nativi digitali e accessibile ai non vedenti. E, grazie a un database interno di oltre 1 milione e 700 mila prodotti, è la guida alla raccolta differenziata più accurata d’Europa. Se tuttavia dovesse capitare che non riconosca il prodotto, i cittadini potranno scattare una foto, trasmetterla all’app e ricevere in pochi minuti le informazioni per conferirlo correttamente. La referenza sarà poi aggiunta al database, valorizzando così la collaborazione di tutti.

Un’unica app, tanti servizi per l’ambiente e la sostenibilità

Facilità di utilizzo e interattività sono le principali caratteristiche di questa app, che riunisce in un unico strumento tanti e diversi servizi, utili non solo a risolvere dubbi e prevenire eventuali multe per errori nella raccolta differenziata, ma anche a diffondere comportamenti più sostenibili.

Al suo interno i cittadini troveranno infatti quiz per imparare a differenziare, ma anche a ridurre i propri rifiuti, mappe di tutti i punti di raccolta e le buone pratiche di economia circolare presenti sul territorio. Grazie a Junker l’amministrazione comunale avrà poi la possibilità di inviare messaggi diretti ai propri concittadini per comunicare in tempo reale avvisi, iniziative, interruzioni o cambiamenti nei servizi pubblici.

“L’attenzione degli italiani nei confronti dell’ambiente sta crescendo rapidamente - sottolinea Noemi De Santis, co-fondatrice di Junker -. Con la nostra app vogliamo contribuire a valorizzare questa sensibilità, dimostrando che praticare la sostenibilità nella vita quotidiana è non solo possibile, ma anche facile e divertente. Siamo molto orgogliosi di mettere a disposizione la miglior tecnologia disponibile per differenziare senza più dubbi o errori”.

Nessun allegato selezionato.
Tag di interesse
Non sono presenti aree di interesse associate a questo contenuto