Verrà aperta una nuova finestra
Immagine della notizia
Notizie

02/10/2023

Atenei Milano, al via i lavori per il nuovo Campus umanistico della Statale

La riqualificazione dell’area con il progetto curato da Ottavio Di Blasi

Redazione Open Innovation

Redazione Open Innovation

Regione Lombardia

Ha preso il via il 2 ottobre il cantiere per la realizzazione del nuovo Campus umanistico di Città Studi nell’area di via Celoria 10 a Milano: ospiterà i corsi del Dipartimento di Beni culturali ma anche corsi di area economica, politica e sociale e trasformerà il vecchio complesso degli anni Trenta del Novecento in un moderno campus urbano.

Si tratta dunque di una tappa decisiva del progetto di riqualificazione e rifunzionalizzazione di Città Studi all’insegna del mantenimento della sua vocazione universitaria. Il progetto architettonico e di restauro è curato da Ottavio Di Blasi – ODB & Partners, redatto in ATI con Milan Ingegneria SpA e Tekser s.r.l. (selezionata con bando di gara indetto dalla Statale nel 2021) e con la collaborazione della Direzione Edilizia e Sostenibilità dell’Ateneo.

La Statale conferma quindi la propria intenzione di mantenere un forte presidio a Città Studi, primo storico nucleo scientifico dell’Ateneo, in coerenza con la prospettiva di riorganizzazione e sviluppo multipolare che prevede, oltre al Campus di Città Studi (polo a vocazione prevalentemente umanistica), il Polo Centrale, il Campus in MIND, il Polo Veterinario di Lodi e il Polo UNIMONT di Edolo.

Le attività nel nuovo Campus

Nel nuovo Campus troveranno nuova collocazione i corsi di laurea dell’ambito dei beni culturali, con le correlate attività di ricerca attualmente ospitate nella sede di via Noto, che verrà dismessa. Ma anche le attività di alcuni dei corsi della Facoltà di Scienze politiche e sociali, che fanno riferimento alla storica sede di via Conservatorio, così come le attività formative post laurea (Master e Corsi di perfezionamento). Troveranno una nuova sede nel Campus, più idonea alla loro valorizzazione e alla fruizione da parte del pubblico, anche il Centro Apice – Archivi della Parola, dell’Immagine e della Comunicazione Editoriale – e la nuova sede del Museo Antropologico (MUSA e LABANOF).

Aule didattiche e laboratori, passerelle coperte, più verde

dieci edifici che comporranno il complesso saranno collegati da un sistema di passerelle pedonali coperte che li metterà in comunicazione rendendoli fruibili indipendentemente dalle condizioni atmosferiche esterne, superando il limite storico dei complessi edilizi a padiglioni.

L’insieme di questi interventi trasformerà il vecchio complesso a padiglioni in un moderno campus urbano caratterizzato da una migliore offerta di spazi didattici, una più ampia e razionale disponibilità di spazi aperti e a verde, un migliore confort di utilizzo e minori costi energetici e di gestione.

Le aree a verde nell’area di progetto vengono valorizzate ed incrementate passando dagli attuali 3.116 mq a 5.846 metri quadri, un aumento ottenuto riducendo al minimo i parcheggi riservati all’interno dell’area del campus a tutto favore della fruibilità pedonale del campus. A lavori ultimati, il Campus prevedrà una superficie totale di circa 25 mila metri quadri, 2.617 posti nelle aule didattiche, 228 posti nei laboratori didattici e una sala Auditorium da 250 posti.

La riqualificazione in ottica cittadina

“Al compimento dei suoi cento anni l’Ateneo è impegnato in un complesso e certo ambizioso processo di riorganizzazione e sviluppo che avrà importante ricadute sul futuro di Milano - sottolinea il Rettore della Statale di Milano Elio Franzini - del nostro territorio e dei tanti studenti che grazie a una scelta non facile, ma della quale vado particolarmente fiero, continueranno ad animare anche questi viali: sono e resteranno i luoghi dove la nostra storia è iniziata”.

Il cantiere parte a poche settimane dalla firma del protocollo di intesa tra Comune di Milano e Università Statale, che ha dato nuovo impulso alla riorganizzazione e alla riqualificazione di Città Studi, confermando la vocazione universitaria del quartiere.

Nessun allegato selezionato.
Tag di interesse
Non sono presenti aree di interesse associate a questo contenuto