• Redazione

    ENEA Tech, fino a 15 milioni per idee tecnologiche altamente innovative

    Open Challenge, call in quattro ambiti: Salute, Economia Circolare, Deep Tech, Information Technolog

    di redazione open innovation | 26/04/2021

Nasce per supportare nuove idee di impresa, progetti di innovazione radicali e fuori dagli schemi l’Open Challenge, sempre aperta, di Enea Tech, Fondazione creata in seno al Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) per investire in tecnologie di interesse strategico nazionale attraverso il Fondo – dal valore di 500 milioni di euro - per il Trasferimento Tecnologico.

Si tratta di sostegni economici fino a 15 milioni di euro, erogati attraverso strumenti finanziari di varia natura, pensati per adattarsi alle esigenze di PMI innovative, spin-off o spin-out e imprese ad alta tecnologia che vogliono crescere o che devono ancora nascere.

Una “Call for Ideas” per cui la Fondazione non ha fissato termine di scadenza e che si aggiunge alle altre promosse da Regione Lombardia con l’iniziativa “Open Challenge”, uno spazio dedicato all’incontro tra aziende ed enti che cercano innovazione all’esterno e chiunque abbia una risposta innovativa a problemi altamente sfidanti.

Il contesto e la sfida

La Fondazione è in cerca di idee imprenditoriali basate su conoscenze scientifiche e tecnologiche di frontiera, con l’obiettivo finale di contribuire a garantire al nostro Paese un nuovo livello di sovranità tecnologica in settori considerati strategici. A partire da quelli su cui nell’ultimo anno e mezzo ha inciso, a volte con delle accelerazioni, la pandemia di COVID-19 e che saranno investiti dai nuovi shock globali: dall’Healthcare Technology, passando per la Green Energy & Circular Economy, fino al Deep Tech e all’Information Technology.

L’obiettivo è dunque promuovere e anticipare veri e propri ‘salti’ tecnologici, anche per evitare poi il ricorso a strumenti di protezione come quelli del golden power (il sistema di poteri speciali che il governo può mettere in campo in settori appunto strategici per il Paese).

Attraverso il Fondo per il Trasferimento Tecnologico la Fondazione investe nel capitale di rischio di start-up e PMI high-tech operanti sul territorio nazionale. Per questa Challenge, gli investimenti riguarderanno aree “pre-commerciali” e “pre-competitive” e saranno compresi tra i 200 mila euro e i 15 milioni di euro.

Come candidarsi, la selezione

Per maggiori informazioni su come partecipare alla Challenge vai a questo link.

Le proposte selezionate passeranno una prima fase di “due diligence”, guidata dai team di investimento, con il supporto di advisor tecnici o scientifici selezionati. Il precorso sarà volto alla selezione delle modalità di intervento che meglio si adattano a ogni specifico progetto, scelte tra il ventaglio dei possibili strumenti finanziari a disposizione: a partire dall’equity e “quasi” equity, ai cosiddetti “convertibili”, ma sono previsti anche dei Grant e contratti di acquisto con opzione convertibile.

I modelli di intervento

I modelli di intervento messi in campo da ENEA Tech sono due: il primo è il modello “ESPA - Esplorazione, SPerimentazione, Accelerazione”, un programma di tre step per investire in diverse fasi del ciclo di vita della tecnologia. La prima fase, quella dell’esplorazione, prevede contratti fino a 500 mila euro di acquisto o Grant con opzione convertibile entro due anni; la fase della Sperimentazione porta poi a negoziazioni con investimenti diretti fino a 2,5 milioni di euro; infine, l’Accelerazione, con negoziazioni per investimenti diretti fino a 5 milioni di euro.

Il secondo modello, chiamato “Tech Building”, è dedicato alla creazione di grandi spin-off dedicati ad ambiti tecnologici rilevanti per il Paese, in coerenza con la missione strategica affidata alla Fondazione. Lo scopo è quello di valorizzare le migliori risorse e le eccellenze scientifiche nazionali. In questo caso, si parte dalla fase di selezione (con l’individuazione di un possibile spin-off ad alto potenziale tecnologico strategico), si prosegue poi con la progettazione (con la selezione del team, della forma societaria e delle partnership) e infine si conclude con l’Execution (ovvero con il lancio e accelerazione in termini di market creation) dello spin-off. I possibili investimenti complessivi sono in questo caso compresi tra i 5 e i 15 milioni di euro.

Le Open Challenge di Regione Lombardia

Con “Open Challenge”, Regione Lombardia vuole accelerare la diffusione della cultura dell’open innovation, offrendo spazio e servizi dedicati alle imprese per lanciare sfide competitive, contest, concorsi di idee rivolte a innovatori, startup, PMI, cittadini. Una proposta che concretizza il legame tra Regione Lombardia e l’ecosistema dell’innovazione a cui si rivolge con questa piattaforma: imprese, università, ricercatori e innovatori.

Sulla piattaforma è possibile fare richieste mirate, da parte delle aziende lombarde, per ricevere soluzioni innovative dal territorio in risposta a specifiche sfide e obiettivi. A rispondere alle sfide sono chiamati studenti, innovatori, startupper, chiunque possa fornire una soluzione alle sfide di innovazione lanciate.

Fino a ora la sezione “Open Challenge” di Regione Lombardia, aperta nel 2019, ha ospitato 30 sfide lanciate da imprese italiane - 9 solo nei primi quattro mesi del 2021 - comprese le 8 sfide internazionali realizzate in collaborazione con Enterprise Europe Network (EEN).

Per scoprire temi, protagonisti e risultati delle Challenge lanciate e concluse dal 2019 consulta l’infografica dedicata.

 

I nostri canali social
go to top