L'intervista

21 gennaio 2021


Intervista a 
Rawad Choubassi, Partner & Planning Director Systematica

Le città post Covid richiedono spazi, ma anche “tempi” e “attenzioni” nuove. In modo specifico, la mobilità e i trasporti post pandemia presentano sfide innovative, che impongono un nuovo impegno a livello di “infrastrutture, tecnologie, collaborazione”.

 

Di questo ci ha parlato Rawad Choubassi, Partner & Planning Director di Systematica, società milanese di pianificazione di infrastrutture e sistemi di trasporto e mobilità, pubblici e privati. 

 

Attualmente Choubassi - che dopo il Master in Urban Planning and Public Policy Design al Politecnico di Milano ha lavorato a Tokyo con Arata Isozaki e a New York tra gli altri con Kliment-Halsband Architects - si occupa in particolare dell’analisi dei Big Data nell’ambito della mobilità, ambito in cui stanno portando un cambiamento epocale.

 

Possono infatti permetterci di ‘leggere’ gli spostamenti quasi in tempo reale. Quali sono questi dati e quali dinamiche svelano, quanto vengono già utilizzati e che problemi pongono quando si vuole sfruttarli, a partire da un chiarimento sulla privacy: ecco alcuni dei punti trattati da Choubassi, mentre ci ricorda come negli ultimi tempi si sono modificate le nostre aspettative ed esigenze nei confronti dell’organizzazione delle città. 

 

Guarda la video intervista e commenta:

Puoi essere il primo a lasciare un contributo

go to top